La curiosità

Se l’Atalanta vuole crescere deve imparare a vincere, non solo a stravincere

I nerazzurri sono primi nella classifica dei gol segnati (59) eppure hanno gli stessi punti della Roma che ne ha fatti appena 40

Se l’Atalanta vuole crescere deve imparare a vincere, non solo a stravincere
06 Febbraio 2020 ore 09:00

Con il recupero tra Lazio e Verona terminato in parità sul punteggio di 0-0, la classifica di Serie A è finalmente stabile e tutte le squadre sono a quota 22 partite giocate. L’Atalanta occupa attualmente il quarto posto a quota 39 punti, sono gli stessi conquistati dalla Roma, con le prime inseguitrici ferme a 32 punti (Cagliari, Parma e Milan). C’è un dato, però, che fa parecchio riflettere ed è quello relativo ai gol segnati: l’Atalanta ne ha insaccati 59 a fronte di 30 subiti ed è appaiata in graduatoria a una squadra come quella giallorossa che ne ha segnati 40 (ben 19 in meno) e ne ha subiti 27 (solo 3 in meno).

Chi sta davanti ha una difesa migliore, ma ci sono distanze in termini di punti che non sono facilmente spiegabili: la Lazio ha 11 lunghezze di vantaggio sulla Dea con 52 gol fatti e 20 subiti. In altre parole, i numeri dicono che il segreto per crescere è “distribuire”. I nerazzurri hanno segnato due volte 7 reti e due volte 5 reti (senza considerare che in 10 gare su 22 sono state segnate 3 o più gol), quindi per migliorare ancora in classifica bisogna essere più bravi a distribuire meglio la grande mole di occasioni (e di gol) che la squadra comunque produce sempre.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia