Atalanta-Samp slitta ad aprile E cambia il calciomercato

Atalanta-Samp slitta ad aprile E cambia il calciomercato
06 Marzo 2018 ore 11:27

Quella di lunedì 5 marzo è stata una giornata importante per il calcio italiano. Con gli occhi e il cuore ancora gonfi di lacrime e dolore per la tragedia che ha strappato alla vita il capitano della Fiorentina Davide Astori, le società di Serie A si sono incontrate con il commissario Malagò e hanno preso alcune grandi decisioni per il presente e il futuro del calcio. Le date dei recuperi, la formula della prossima Coppa Italia e le nuove date del mercato: ecco quanto hanno stabilito in Lega i governanti del pallone.

Atalanta-Samp, si recupera il 3 o 4 aprile. Le partite rinviate domenica scorsa per la scomparsa di Astori saranno recuperate (ad eccezione forse del derby di Milano, per cui è necessario attendere l’esito della doppia sfida di Europa League tra i rossoneri e l’Arsenal) tra martedì 3 e mercoledì 4 aprile. L’Atalanta questa domenica sarà impegnata sul campo del Bologna, mercoledì prossimo a Torino per il recupero con la Juventus e successivamente ci sarà il terzo viaggio consecutivo a Verona prima della sosta per le Nazionali. Il turno prima di Pasqua si giocherà a Bergamo contro l’Udinese (sabato 31 marzo), il recupero con la Sampdoria dovrebbe essere fissato per martedì 3 aprile alle ore 18 (è giornata di Champions League, bisogna giocare al massimo nel tardo pomeriggio) con lo slittamento di Spal-Atalanta a sabato 7 aprile, anche se la programmazione attuale la prevede per la serata di venerdì 6. Insomma, per tutto il mese di marzo la Dea non giocherà a Bergamo tranne sabato 31, poi la successiva gara in programma all’ombra di Città Alta di domenica alle 15 è quella con il Torino del 22 aprile.

 

 

Coppa Italia, dagli ottavi sorteggio del campo. Nella stessa riunione di Lega si è iniziato a parlare anche della prossima stagione. Per la Coppa Italia è stato definito che gli ottavi (turno in cui l’Atalanta entrerà in scena se dovesse arrivare nuovamente tra le prime otto della classifica) si giocheranno il 13 gennaio 2019 e la novità più grande è legata alla possibilità di sorteggio del campo in caso che si trovino di fronte due formazioni di A. Dunque non c’è la certezza di giocare almeno una partita in casa, ma finisce l’egemonia totale delle big garantite fino alla semifinale con partite da giocare sicuramente davanti al pubblico amico. Il sorteggio integrale tanto affascinante quanto suggestivo della FA Cup inglese è ancora lontano, in Italia le cose cambiano molto lentamente, ma è chiaro che questo passo in avanti suggerito da Malagò e deciso in assemblea rappresenta una bella novità: Inter-Pordenone, ripensando alla stagione in corso, si giocherebbe comunque al Meazza ma Napoli-Atalanta e Roma-Torino potrebbero anche andare in scena a campi invertiti, con tante possibilità in più per i sogni delle medio-piccole.

Hanno vinto i mister: in campo a mercato chiuso. La svolta epocale annunciata da Malagò in conferenza stampa riguarda però il mercato. La Serie A prenderà il via sabato 18 e domenica 19 agosto e la sessione estiva delle contrattazioni si concluderà 24 ore prima, venerdì 17 agosto. Niente partite con i giocatori che pensano a dove potrebbero andare a giocare, nessun condizionamento e tanta concentrazione solo sull’impegno agonistico. La soluzione, nei mesi scorsi, era stata auspicata da diversi allenatori tra cui il tecnico della Dea Gasperini. Anche per la sessione invernale la Lega ha deciso di usare lo stesso approccio. La A scenderà in campo il 22 dicembre, il 26 (Santo Stefano, “boxing day”, come avviene in Inghilterra) e il 29 dicembre, prima della sosta che si concluderà il 19 e 20 gennaio con la ripresa delle partite. Anche in questo caso, il mercato si chiuderà venerdì 18 gennaio 2018, per una seconda parte di stagione da giocare con le rose definite già prima di tornare in campo.

 

 

Davide Astori riposerà a San Pellegrino. Oggi intanto è stata programmata l’autopsia sul corpo di Davide Astori, calciatore bergamasco della Fiorentina morto domenica a Udine. La salma di Astori, dopo gli esami di approfondimento, sarà trasferita al Centro Tecnico Federale di Coverciano dove verrà allestita la camera ardente; i funerali sono in programma a Firenze per giovedì 8 marzo alle 10 e successivamente inizierà l’ultimo viaggio verso San Pellegrino, dove il feretro verrà tumulato venerdì dopo essere stato esposto nella chiesa parrocchiale per l’ultimo grande abbraccio di chi lo ha visto muovere i primi passi nel cuore della Val Brembana.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia