Bellini e Biava su tutti E complimenti a mister Reja

Bellini e Biava su tutti E complimenti a mister Reja
03 Maggio 2015 ore 17:53

Su tutti, Bellini e Biava. Sono loro i due migliori in campo, nel complesso la Dea gioca una grandissima partita e i voti sono forzatamente altissimi per tutti. Il gol della Lazio è un dettaglio, il punto è prezioso e ottenuto in questo modo ha pure un valore decisamente più alto. Complimenti a Reja, la scelta di mettere Migliaccio davanti alla difesa si rivela intelligente e vincente.

4 foto Sfoglia la gallery

Sportiello 7: al 5’ è salvato dal palo sul sinistro di Keita, al 33’ è bravissimo sullo stesso numero 14 biancoceleste mettendo in angolo il destro a colpo sicuro. Si ripete sempre su Keita al 60’, non può nulla sul destro in mischia di Parolo che vale l’1-1.

Bellini 9: il migliore in campo insieme a Biava. Contro Felipe Anderson (mica l’ultimo arrivato…) gioca un grandissimo primo tempo spingendosi anche in avanti, è bravo sia dal punto di vista tattico che da quello agonistico tenendo il campo senza mai rischiare davvero tanto. Sul gol di Parolo forse poteva fare di più ma il giudizio non cambia. Bravo Capitano.

Biava 9: torna titolare dopo alcune partite ed è perfetto. Dopo 17’ sfiora il vantaggio con una deviazione sotto porta e segna l’1-0 in apertura di ripresa (49’) con un gran colpo di testa. E’ bravissimo vicino a Masiello fino al 95’, cambiano gli avversari ma la sua tenuta non ne risente mai. Eterno.

Masiello 7,5: l’Atalanta ha trovato un grande centrale. E’ sempre molto attento dal punto di vista tattico, esce palla al piede e legge benissimo ogni traiettoria. In anticipo o temporeggiando, sceglie sempre la cosa migliore da fare. Applausi.

Del Grosso 7: il suo sinistro al cross è sempre molto preciso, nel primo tempo è bravissimo anche in fase di copertura. Un paio di sbavature nella ripresa non cancellano la sua buona prova, non giocava da tempo eppure nessuno se n’è accorto.

Carmona 7: altra prova da guerriero. Si vede che non è al 100 percento ma combatte fino al 95’esimo contro tutti, ha pure la forza di arrabbiarsi per la punizione non lasciata battere da Orsato e il capolavoro tattico di Reja è possibile grazie anche alla sua disponibilità.

Cigarini 8: grande partita. Dopo Cesena si ripete su livelli altissimi, gioca spesso di prima e quando fa girare la palla la squadra è bellissima da vedere. Lascia il campo nel finale senza più nulla da dare, prova veramente molto buona.  (79’ Moralez sv)

Migliaccio 8: sfiora il gol del vantaggio al 14’ con una zuccata da pochi metri ma Marchetti dice di no, spettacolare anche in fase di ripiegamento e fino alla fine. E’ perfino commovente nel suo incedere che non lascia nemmeno un centimetro di campo agli avversari. Bravissimo.

D’Alessandro 8: indemoniato. Inizio di gara scoppiettante, con la sua velocità crea situazioni interessanti e per tutto il primo tempo è un’autentica spina nel fianco avversario. Continua a spingere anche nella ripresa, si inventa un paio di serpentine che non portano pericoli grandiosi ma permettono alla Dea di tenere alto il baricentro. Esce tra gli applausi con i crampi. (70’ Zappacosta 6,5: sfiora il 2-1 al 79’, buon finale di gara)

Pinilla 7: questa volta non segna ma la prestazione è ottima. Altra rovesciata questa volta a salvare un angolo al 32’, al tiro si vede poco fino al riposo, ma è bravissimo a dare una mano ai compagni. Al 60’ apertura magistrale per Cigarini in campo aperto, nel complesso la sua partita è fatta di tanti piccoli dettagli che la rendono ottima. (70’ Bianchi 6,5: combatte al posto di Pinilla, non crea molto ma almeno ci mette cuore)

Gomez 8: in chiusura di tempo ha la grandissima occasione per il vantaggio (43’) ma Marchetti dice di no da campione. Apre la ripresa con un destro fantastico che si ferma sull’incrocio dei pali (48’) e subito dopo mette sulla testa di Biava il gol del vantaggio. Fino alla fine cerca la giocata, è questo il Papu che vogliamo. Applausi.

All. Reja 8,5: Pareggio a parte, vince la partita contro Pioli a mani basse. Schiera un 4-3-3 che in realtà è un 4-1-4-1, Migliaccio annulla Mauri e nel finale gioca da stopper aggiunto. Peccato per un paio di cambi forzati dai crampi, avesse potuto nel finale avrebbe provato a vincerla magari con Emanuelson. Allenatore intelligente e attento ai suoi uomini, Bellini e Biava sono due scelte felici come Masiello in mezzo.

Pubblico 8: trascinati da un’ottima Atalanta, i tifosi bergamaschi regalano un pomeriggio vecchio stile che rende lo stadio il dodicesimo uomo in campo. Sostengono fino alla fine i giocatori di Reja e applaudono l’1-1 finale: giocando così contro una squadra così, il pari vale una vittoria.

Lazio: Marchetti 7,5; Basta 6,5, Mauricio 5, Ciani 5,5, Radu 5,5(69’ Braafheid 6); Cataldi 6, Parolo 6,5, Candreva 5; Mauri 4,5(64’ Djordjevic 5), Keita 7(76’ Perea 5,5), Felipe Anderson 5. All. Pioli 5,5.

 

 

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia