Bentornato Josip, fuoriclasse Barrow è il nostro futuro

Bentornato Josip, fuoriclasse Barrow è il nostro futuro
Atalanta 29 Aprile 2018 ore 18:03

Ilicic, Barrow e Cristante i migliori dentro un’Atalanta comunque positivissima a tutti i livelli. Sotto il sole del vecchio Comunale, la Dea supera bene il Genoa trascinata dai suoi uomini migliori. Nella fase decisiva della stagione, tutti i più forti stanno bene e i risultati, in campo, si vedono.

 

 

Berisha 6,5: prima bella parata all’8’ sul sinistro violento di Medeiros, per tutto il primo tempo non deve mai intervenire e anche nella ripresa è praticamente uno spettatore non pagante della sfida.

Toloi 6,5: due delle occasioni più belle del primo tempo portano la sua firma in fase di assist; al 45’ mette una palla perfetta per Barrow che costringe Perin al miracolo in angolo e nella ripresa è bravo a contrarre in angolo Lapadula nell’unica occasione in cui gli scappa via. Certezza.

Caldara 6,5: è già della Juve ma corre, combatte e lotta per l’Atalanta come se fosse il capitano più navigato. Dalle sue parti non passa uno spillo ed è sempre tra i migliori in campo. Il giallo lo costringerà alla squalifica contro la Lazio ed è un vero peccato.

Masiello 6,5: se la vede con Medeiros, che è un bel “casinista”, eppure lo controlla sen<a grandi problemi. Anche quando entrano Pandev e Rossi non rischia nulla e si conferma un leader.

Castagne 6,5: lì a destra è un ossesso per tutto il primo tempo, arriva il fondo senza soluzione di continuità e mette dentro palloni preziosi anche se prende un giallo che un po’ lo condiziona a fine primo tempo. Esce al 54′ per evitare problemi (poco prima commette un fallo rischioso su Bertolacci) e la sua prova è complessivamente positiva. (54′ Hateboer 6,5: entra molto bene, si lancia nello spazio a più riprese e si conferma elemento prezioso).

 

 

De Roon 7: meno preciso di altre volte fino al riposo ma ugualmente efficace in fase d’interdizione, arriva ovunque e cerca sempre di fare la cosa giusta. Motorino inesauribile.

Freuler 7: buonissima occasione all’11’ (sinistro alle stelle) sprecata, poi per tutto il primo tempo è attento e propositivo e si conferma un tuttocampista. Peccato per il giallo, in queste ultime partite ogni dettaglio va tenuto in grande considerazione.

Gosens 7: altra prestazione da applausi. Nel primo tempo regala anche una spaccata volante acrobatica sotto la Giulio Cesare che strappa applausi e nella ripresa è attento a coprire senza disdegnare mai ripartenze interessanti.

Cristante 7,5: raggiunge quota 9 gol in Serie A con un bel sinistro a metà del primo tempo e complessivamente la sua prestazione è molto positiva. Cuce il gioco in mezzo e si ripropone in avanti, non va quasi mai in difficoltà e, visto il volume del suo gioco creato, è un dettaglio molto importante (87′ Palomino: s.v.).

 

 

Barrow 7,5: altra gara molto positiva. Primo squillo all’11’ quando ci prova di sinistro da posizione defilata, al 16’ è bravissimo a rimontare e superare Rossettini prima di insaccare il secondo gol stagionale in A con un bel destro in diagonale. In chiusura di tempo costringe ancora Perin alla parata (45’, assist di Toloi), poi al 60′ esce tra gli applausi di tutto lo stadio per far posto a Ilicic. Questo ragazzo è il futuro. (60′ Ilicic 7,5: scalda il pubblico con un sinistro che Perin mette in angolo, al 71′ bagna il rientro con una pennellata delle sue che inchioda il 3-0 senza appello. Il suo recupero è clamorosamente importante).

Gomez 7: al 20’ si fa 40 metri di recupero in diagonale per sporcare un cross, al 22’ manda in porta Cristante con un tocco sotto delizioso in verticale, nella ripresa si mangia il poker a tu per tu con Perin (79′) ma la prova resta comunque positiva. Ed è l’ennesima di questo periodo.

All. Gasperini 8: gestisce le forze al meglio, mette Ilicic nella ripresa e il ragazzo lo ripaga con il gol del 3-0 dopo che Barrow e Cristante avevano sigillato il risultato. Quando avverte un mini-calo nel finale, interviene con Palomino e non Petagna (che era già pronto) blindando la difesa. Sempre più condottiero di una macchina da calcio quasi perfetta.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli