Primo colpo in entrata

Caldara torna all’Atalanta, è fatta! Nessun diritto di recompra per il Milan

Caldara torna all’Atalanta, è fatta! Nessun diritto di recompra per il Milan
09 Gennaio 2020 ore 18:37

Mattia Caldara torna all’Atalanta, ora è ufficiale. Dopo alcuni intensi giorni di trattative tra Milan e società nerazzurra, nel pomeriggio di giovedì 9 gennaio le due squadre hanno limato gli ultimi dettagli e concluso l’operazione. Le visite mediche si terranno venerdì 10 gennaio.

Il difensore di Scanzorosciate, cresciuto nelle giovanili nerazzurre, torna quindi a Bergamo dopo un anno e mezzo per lui decisamente sfortunato, ricco di infortuni e povero di presenze. La formula del ritorno all’Atalanta del ragazzo classe 1994 è quella del prestito per un anno e mezzo, fino al giugno 2021, con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro. Nonostante le voci circolate nelle ultime ore, non ci sarà alcun controdiritto per il Milan. Il club bergamasco, dunque, potrà valutare al meglio il ragazzo e poi decidere liberamente se acquistarlo o meno.

Un’operazione capolavoro se si valuta che, nel 2018, il ragazzo era stato ceduto dall’Atalanta alla Juventus per 25 milioni di euro. Quella stessa estate, però, Caldara era stato girato dalla Vecchia Signora al Milan nell’ambito dell’affare che riportò a Torino Leonardo Bonucci. L’esperienza a Milano, purtroppo per il difensore, è stata decisamente sfortunata: prima una lesione al tendine d’Achille e poi la rottura del legamento crociato, infatti, lo hanno costretto forzatamente ai box, concedendogli la miseria di appena due presenze con la prima squadra del Milan, una in Coppa Italia e una in Europa League, entrambe la scorsa stagione. Quest’anno, invece, ha giocato tre match con la Primavera e nonostante negli ultimi due mesi abbondanti fosse ormai pronto al rientro in campo, il Milan non lo ha mai schierato.

Una situazione che è stata mal digerita da Caldara, il quale ha così maturato la decisione di andarsene. E quando l’Atalanta ha fatto un sondaggio, per lui non ci sono stati più dubbi. Del resto, per Caldara Bergamo significa casa. Nell’ultima settimana l’operazione ha ottenuto una netta accelerata e ora che i dettagli sono stati limati tutto è fatto. Ancora da capire alcuni passaggi (tipo il modo in cui il Milan aiuterà l’Atalanta a sostenere il ricco stipendio di Caldara, oggi pari a circa tre milioni di euro l’anno), ma maggiori informazioni ve le forniremo nelle prossime ore.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia