Camaleontico Gasp

Cambi di formazione? Per Gasp nessuna novità, semplicemente non li ha mai annunciati

Nelle prime quattro stagioni a Bergamo, il tecnico nerazzurro ha spesso trovato la soluzione con piccoli accorgimenti tattici da cui l'Atalanta è ripartita

Cambi di formazione? Per Gasp nessuna novità, semplicemente non li ha mai annunciati
06 Novembre 2020 ore 10:00

di Fabio Gennari

2 ottobre 2016, Atalanta-Napoli 1-0 con gol di Petagna. Quel giorno Gasperini mandò in campo a sorpresa quattro giovani in una squadra che sembrava in grande crisi. Nei quattro anni e mezzo della sua esperienza a Bergamo, il tecnico di Grugliasco ha trasformato Gomez in un’ala sinistra e poi lo ha piazzato nel cuore del gioco, ha usato Kurtic e Cristante da incursori offensivi (parliamo di due mediani), ha vinto partite in goleada senza schierare un centravanti di ruolo (Atalanta-Milan 5-0) e ha fatto fare il centravanti a Ilicic prima di virare sulle due punte centrali (Muriel e Zapata).

Tutte le circostanze appena elencate non sono mai state preannunciate dal mister della Dea alla vigilia delle sfide, hanno sempre avuto l’obiettivo di migliorare la squadra e sono state messe in pratica in momenti molto complicati: l’inizio dell’avventura a Bergamo con tante sconfitte, il post eliminazione di Copenaghen con soli due gol segnati in sei partita, l’assenza di Zapata per tre mesi e l’emergenza coronavirus con poco tempo per preparare la nuova stagione. Cosa succederà ora che, invece, ha parlato espressamente di voler studiare delle novità? Lo scopriremo solo domenica.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia