Sassuolo-Atalanta 0-0Dea, ancora un pareggio

Sassuolo-Atalanta 0-0Dea, ancora un pareggio
07 Novembre 2014 ore 13:21

Finisce 0-0 contro il Sassuolo. Ancora un pareggio a reti bianche per i nerazzurri che creano poche occasioni da rete, ma colpiscono un palo clamoroso con Raimondi nella ripresa. L’Atalanta conquista un altro punto che la porta a quota 10 in classifica.

Gli avversari.

Il Sassuolo è una colonia atalantina. Non siamo ai livelli del Cesena (nello scorso mercato la squadra romagnola è stata decisamente rimpinguata nell’organico dagli esuberi bergamaschi), ma gli ex di certo non mancano. I portieri Polito e Consigli, i difensori Bianco, Manfredini e Peluso, i centrocampisti Biondini e Brighi e gli attaccanti Zaza e Floccari hanno un passato in maglia atalantina: i volti noti al pubblico bergamasco sono addirittura 9 e molti di questi potrebbero partire titolari nell’anticipo di sabato alle 18. Sulla sponda atalantina, l’unico ex è Richmond Boakye che è stato protagonista a Sassuolo nella scalata in serie B di alcune stagioni fa.

Il reparto d’attacco è certamente l’arma in più del Sassuolo. Con Berardi e Zaza l’allenatore di Francesco ha veramente due gioielli su cui contare ma, dal punto di vista tattico, l’uomo più pericoloso è Nicola Sansone. Rapido, brevilineo e in costante movimento, il numero 17 neroverde ha fatto piangere i tifosi atalantini nello scorso campionato giocando da protagonista il match di ritorno che la Dea perse per 2-0 dopo la striscia di 6 vittorie consecutive.

In difesa il Sassuolo non brilla, nonostante nomi di primo livello come Manfredini e Paolo Cannavaro al centro, Vrsaljko e Peluso sulle corsie esterne e Consigli tra i pali sono comunque ben 15 le reti al passivo: una media di 1,5 gol in ogni partita. Dal punto di vista numerico, i prossimi avversari dei nerazzurri sono inferiori nel possesso palla, nelle palle giocate, nella percentuale di passaggi riusciti e nella supremazia territoriale, mentre i 10 gol segnati (1 di media a partita) sono figli di una maggiore pericolosità e di una media tiri in porta leggermente più alta (3,9 contro 2,7) rispetto all’Atalanta.

I precedenti.

Sono 6 in totale i precedenti assoluti tra Sassuolo e Atalanta. Nelle sfide, 2 di Tim Cup, 2 di serie B e 2 di serie A, non ci sono mai stati pareggi: l’Atalanta ha vinto 4 volte ma, nella massima serie, è il Sassuolo a comandare grazie al doppio 2-0 dell’anno scorso conquistato sia in casa che a Bergamo. Il predente più vecchio risale alla stagione 2006-2007, primo turno di Tim Cup e finì 3-0 a favore dell’Atalanta con gol di Donati, Zampagna e Ventola. Nel campionato di B 2010-2011, invece, l’Atalanta vinse 2-0 sul campo di Modena (reti di Ardemagni e Ruopolo), mentre al ritorno decise un gol di Gennaro Del Vecchio.

L’anno scorso a Reggio Emilia decisero reti di Berardi e Zaza in soli 3 minuti (tra il 64’ e il 67’) mentre al ritorno, in uno stadio elettrizzato dalla possibile rincorsa al sogno europeo, ci pensò Nicola Sansone a spezzare l’equilibrio con una doppietta che praticamente chiuse la stagione della Dea. L’ultimo precedente, in Tim Cup, è sempre relativo alla passata stagione quando, ad inizio dicembre, Kone e De Luca regalarono il passaggio del turno alla Dea. Particolare curioso: in 6 partite l’Atalanta ha segnato 8 gol a fronte dei 4 del Sassuolo, ma non è mai successo che le due squadre andassero in rete nella stessa gara.

I nerazzurri.

L’Atalanta arriva alla sfida contro il Sassuolo con una certezza: non ci sono praticamente varianti tattiche possibili al 4-4-2. Senza la coppia di centrocampisti titolari Carmona e Cigarini (per il cileno è la prima assenza dopo 10 presenze consecutive), le chiavi del gioco saranno affidate al duo Baselli – Migliaccio. Dopo un’estate intera passata ad inseguire Cigarini, per Di Francesco non ci sarà nemmeno la possibilità di vederlo da vicino come avversario.

In difesa per la Dea torna Benalouane che dovrebbe giocare a destra, Biava e Cherubin si contendono una maglia per giocare al fianco di Stendardo mentre a sinistra Del Grosso è in vantaggio su Dramè. Le ali dovrebbero essere Raimondi e D’Alessandro, in attacco ballottaggio Maxi (favorito) – Boakye per fare dal spalla a German Denis. Il “Tanque” è fermo a 1 gol in campionato, la speranza di tutti i tifosi dell’Atalanta è che già sabato con il Sassuolo il suo score venga decisamente aumentato.

PROBABILI FORMAZIONI

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Terranova, Cannavaro, Peluso; Taider, Magnanelli, Missiroli; Berardi, Floccari, Sansone. All. Di Francesco.

Atalanta (4-4-1-1): Sportiello; Benalouane, Biava, Stendardo, Del Grosso; Raimondi, Migliaccio, Baselli, D’Alessandro; Maxi; Denis. All. Colantuono

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia