Contro chi, come e dove giocheremo domani alle 18

Contro chi, come e dove giocheremo domani alle 18
21 Novembre 2014 ore 11:11

Ripresa con il botto per l’Atalanta. Sabato alle ore 18, nella gara valevole per la 12esima giornata del campionato di serie A, i nerazzurri ospiteranno la Roma del tecnico Garcia. I giallorossi sono secondi in classifica, lottano al vertice con la Juventus per lo Scudetto e arrivano a Bergamo alla vigilia di una settimana fondamentale per il futuro visto l’impegno di Champions League in programma nel gelo di Mosca martedì 25 novembre allo ore 18.

Gli avversari.

La squadra capitolina è stata finora protagonista di un ottimo campionato. Nelle prime 11 giornate sono ben 8 i successi a fronte di un solo pareggio e due sconfitte. De Rossi e compagni hanno perso nel finale lo scontro diretto con la Juventus per 3-2 (super gol di Bonucci e polemiche infinite) e sono usciti malconci dal San Paolo di Napoli con il 2-0 firmato Higuain e Callejon. I 25 punti in classifica sono un grande bottino, nel prossimo turno a Roma arriverà l’Inter di Roberto Mancini e con queste premesse è ovvio come la sfida di Bergamo sia identificata dal popolo romanista come una partita da vincere assolutamente.

Per farlo, però, il tecnico francese non potrà contare su tante pedine importanti. L’assenza più pesante è quella di Francesco Totti, il capitano è stato ammonito contro il Torino nell’ultimo turno e dovrà scontare una giornata di squalifica per somma di ammonizioni. In difesa mancheranno Castan, Maicon e Yanga Mbiwa con Astori e Manolas che sono gli unici due centrali rimasti a disposizione: se l’ex cagliaritano non dovesse farcela, sarebbe De Rossi a spostarsi in difesa con Strootman o Keita in campo dal primo minuto.

I pericoli maggiori per l’Atalanta potrebbero arrivare da Pjanic, completamente ristabilito dopo i fastidi allo stomaco accusati in Nazionale, Destro e Iturbe mentre, almeno inizialmente dovrebbe essere Ljajic, a sostituire Gervinho. La Roma ha un attacco molto prolifico (19 reti) e subisce pochissimi gol (solo 6, seconda del campionato dopo la Juventus) a testimonianza di una formazione quadrata, capace di dare spettacolo ma anche di soffrire per poi colpire.

Lontano da casa, però, i giallorossi hanno raccolto solo 7 punti sui 15 a disposizione. Ai successi contro Empoli (autorete del portiere avversario Sepe) e Parma (capolavoro di Pjanic al 91’esimo) vanno infatti aggiunte le sconfitte già citate di Torino e Napoli e il pareggio a reti bianche strappato in casa della Sampdoria.

I precedenti.

Sono 52 i precedenti assoluti giocati a Bergamo tra Atalanta e Roma. Il bilancio generale vede un grandissimo equilibrio, l’Atalanta ha vinto 18 volte a fronte delle 16 affermazioni giallorosse con 18 pareggi a completare il conteggio. La Dea ha segnato 65 gol e ne ha subiti 60.

L’anno scorso la sfida terminò 1-1 grazie ai gol di Brivio (papera colossale di De Sanctis sulla punizione da fuori area del terzino atalantino) e Strootman che riacciuffò il pareggio proprio nel finale. Da quando l’Atalanta è tornata in serie A si sono alternati tutti i risultati possibili: nella stagione del -6 (2011/2012) la Dea conquistò uno dei successi più belli della sua storia recente grazie a Marilungo e alla tripletta di German Denis, l’anno successivo (2012/2013) il protagonista orobico fu Marko Livaja (doppietta) ma nella neve del Comunale decisero le reti di Marquinho, Pjanic e Torosidis.

Uno dei precedenti più strani è legato alla 14esima giornata del torneo 1968/1969. Era il 19 gennaio, a Bergamo la sfida terminò col punteggio di 2-2 ma dopo la lettura del referto dell’arbitro Toselli arrivò lo 0-2 a tavolino per la Roma poichè l’incontro fu sospeso per ben due volte a causa dei ripetuti tentativi d’invasione del campo da parte del pubblico.

I probabili undici di Colantuono.

Dopo il rientro dei nazionali Carmona e Dramè, Colantuono ha continuato la preparazione della partita con la seduta di pre-rifinitura del giovedì che sarà seguita, questa mattina, dall’ultimo allenamento. I dubbi più grandi per l’Atalanta sono legati all’assetto del centrocampo, alcuni problemi muscolari hanno infatti colpito Molina, Migliaccio e Baselli con il solo Carmona (reduce da un viaggio intercontinentale) sicuramente disponibile dal primo minuto.

Lo schema dovrebbe essere un 4-4-2, con il mastino cileno alla fine dovrebbe giocare chi recupera meglio tra Migliaccio e Baselli, mentre sulle corsie esterne, Papu Gomez, D’Alessandro e Raimondi si giocano due maglie. In difesa dovrebbero rivedersi gli stessi quattro già schierati contro il Napoli: Stendardo, Cherubin e Del Grosso sono in vantaggio con Biava e Dramè possibili alternative. Zappacosta dovrebbe risposare dopo le fatiche con l’Under 21.

In attacco è sicuro di giocare German Denis, al suo fianco scenderà in campo uno tra Maxi Moralez e Boakye anche se pare scontato che il dubbio si risolva a favore del piccolo argentino: con Maxi, Denis potrebbe sfruttare maggiormente gli assist filtranti ed essendo la difesa della Roma in grande emergenza questo approccio potrebbe essere decisivo.

Probabili Formazioni

Atalanta (4-4-2): Sportiello; Bellini, Stendardo, Cherubin, Del Grosso; Raimondi, Carmona, Baselli, Gomez; Maxi, Denis. All. Colantuono

Roma (4-3-3): De Sanctis;  Torosidis, Astori, Manolas, Holebas; Nainggolan, De Rossi, Pjanic; Iturbe, Destro, Ljajic. All. Garcia.

 

 

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia