Estigarribia e Boakye gol ma il migliore è Sportiello

Estigarribia e Boakye gol ma il migliore è Sportiello
12 Settembre 2014 ore 17:13

L’Atalanta ha battuto il Cagliari al Sant’Elia per 2-1 nella prima trasferta dell’anno. In gol sono andati Estigarribia al 4′ del primo tempo e Boakye (per la prima volta titolare in campionato) al 22′ della ripresa. Il gol degli isolani è stato siglato da Cossu su rigore al 41′ del secondo tempo. Protagonista assoluto della partita è stato Sportiello che durante l’assalto finale si è dimostrato un vero campione tra i pali.

Come, dove e con chi ha giocato l’Atalanta.

Nella seconda giornata di campionato l’Atalanta è stata chiamata a una delle trasferte più lunghe della stagione. Alle 15 i nerazzurri sono scesi in campo allo stadio Sant’Elia contro la formazione di Zeman. Entrambe le squadre erano appaiate a quota 1 in classifica, i nerazzurri erano reduci dal pareggio interno per 0-0 contro il Verona, mentre per i sardi alla prima giornata c’era stato stato l’1-1 in trasferta contro il Sassuolo, risultato firmato da Zaza e Sau.

Gli avversari.

Sulla panchina degli isolani siede da questa stagione Zdenek Zeman. Il tecnico boemo iniziò la carriera da allenatore nel lontano 1966 in Sicilia con squadre dilettanti (Cinisi, Bagicalupo, Carini, Misilmeri ed Esakalsa le sue squadre), ma è con il Foggia che riuscì a farsi conoscere al grande pubblico. Quella squadra giocava un calcio spumeggiante e molto atletico, era il 1989 e grazie a Baiano, Signori e Rambaudi tutta l’Italia ammirò quel concetto di calcio spregiudicato che venne chiamato “Zemanlandia”.

Secondo Zeman il 4-3-3 è il modulo più adatto a fare calcio, permette di coprire gran parte del terreno di gioco avendo sempre un numero di giocatori sufficiente per affrontare ogni situazione della partita. Questo permette al portatore di palla di avere almeno 3 soluzioni in ogni parte del campo e, in fase di non possesso, di attaccare immediatamente l’avversario con palla e i suoi riferimenti più vicini attuando un pressing asfissiante.

In avanti domenica dovrebbero giocare Sau, Cossu e Farias anche se il giovane Longo (vivaio Inter) ha più di una chance di partire dal primo minuto. Recuperato anche Ibarbo. I movimenti degli avanti rossoblù saranno il primo problema da gestire per la retroguardia atalantina, molto importante il senso della posizione e anche Sportiello sarà determinante per leggere in anticipo eventuali incursioni dei centrocampisti o degli esterni.

Il Cagliari gioca molto corto con 4 giocatori in una linea di difesa posizionata quasi a ridosso del centrocampo, 3 centrocampisti col centrale vertice basso ed i due laterali pronti agli inserimenti in attacco. Il pressing è altissimo e la difesa attua costantemente la tattica del fuorigioco tenendo la squadra sempre molto corta e riducendo gli spazi tra i vari reparti. I terzini spingono sulle fasce e superano sempre la mediana.

Con questa fotografia del calcio zemaniano votato all’attacco, si capisce subito di quanto saranno importanti gli esterni di centrocampo dell’Atalanta e la capacità di verticalizzare nello spazio alla ricerca delle punte o degli inserimenti dalle corsie esterne. In questo momento della stagione non ci sono ancora automatismi rodati, la difesa isolana non pare impenetrabile (dovrebbero giocare Pisano, Ceppitelli, Rossettini e Avelar davanti all’ex atalantino Colombi) e quindi c’è spazio per fare bene.

I precedenti.

11 vittorie del Cagliari, 6 i pareggi e solo 2 i successi dell’Atalanta nel precedenti andati in scena in casa isolana. L’utimo incontro risale alla prima giornata del campionato 2013/2014. Visti i problemi di agibilità del Sant’Elia e la mancata disponibilità dell’Impianto di “Is Arenas” (poi smontato) a Quartu Sant’Elena la gara si disputò a Trieste. Il 2-1 venne firmato da Stendardo, Nainggolan e Cabrera con i nerazzurri che passarono fortunatamente in vantaggio grazie alla zuccata del difensore, ma che giocarono una pessima partita sfiorando comunque il pareggio nel finale con il palo di Livaja.

L’ultimo successo nerazzurro in serie A risale al febbraio del 2009. Luca Cigarini con un destro da fuori area beffò grazie ad una deviazione la formazione allora allenata da Allegri. Curioso che nelle ultime due sfide esterne sia sempre stata la Dea a passare in vantaggio: a Quartu Sant’Elena nel 2012/2013 segnò Denis dopo i due rigori parati da Consigli e solo una deviazione sotto misura di Ekdal impedì la vittoria. L’anno scorso, come detto, toccò a Stendardo portare in vantaggio l’Atalanta.

L’Atalanta.

I nerazzurri a Cagliari riproporranno il 4-4-2 con pochissime novità rispetto alla sfida interna contro il Verona. Davanti a Sportiello, i terzini saranno certamente Zappacosta a destra e Dramè a sinistra. Nel mezzo, senza Stendardo infortunato, si giocano due maglie Biava, Benalouane e Cherubin con i primi due favoriti. A centrocampo Carmona è recuperato e giocherà vicino a Cigarini con Estigarribia a destra e D’Alessandro a sinistra. Poche le possibilità di vedere Raimondi terzino con Zappacosta avanzato ed Estigarribia sulla corsia opposta. Davanti Denis è sicuro e quasi al 100% sarà affiancato da Boakye preferito a Maxi.

Gomez ha risolto i problemi di natura burocratica, ma il volo in Argentina (andata e ritorno in 3 giorni) e la mancata preparazione per alcune settimane ad agosto potrebbe condizionarlo dal punto di vista atletico. Sarà in panchina a disposizione del mister. Tra gli altri, Stendardo, Spinazzola e Bellini non saranno convocati per alcuni acciacchi fisici, mentre Baselli e Molina sono in gruppo.

4 foto Sfoglia la gallery

Nelal conferenza stampa di venerdì 12 settembre Colantuono ha messo il focus sulla situazione di Gomez facendo capire che servirà un po’ di tempo per vederlo al top. «Si è allenato da solo per tutto il mese di agosto, gli manca il campo e il lavoro con la palla. Abbiamo parlato, credo che oggi sia al 60% quindi serve pazienza. Non possiamo pensare che nel giro di poco sia al top. Lavoriamo giorno dopo giorno per migliorare la sua condizione, accelerare i tempi significa rischiare infortuni».

Probabili formazioni:

Cagliari (4-3-3): Colombi, Pisano, Ceppitelli, Rossettini, Avelar; Criseting, Conti, Ekdal; Cossu, Sau, Farias. A disposizione: Cragno, Capuano, Murru, Balzano, Capello, Cabrera, Joao Pedro, Ibarbo, Longo.  All. Zeman

Atalanta (4-4-2): Sportiello, Zappacosta, Benalouane, Biava, Dramè; Estigarribia, Cigarini, Carmona, D’Alessandro, Boakye, Denis. A disposizione: Avramov, Frezzolini, Cherubin, Scaloni, Del Grosso, Molina, Migliaccio, Gomez, Baselli, Raimondi, Maxi, Bianchi. All. Colantuono

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia