Cornelius c’è, i tifosi pure Cristante a giugno saluta tutti

Cornelius c’è, i tifosi pure Cristante a giugno saluta tutti
20 Gennaio 2018 ore 10:13

Gli ultimi allenamenti in vista del Napoli, la grande risposta del pubblico in vista anche di Juventus e Borussia e poi il mercato, con il discutibile intervento dell’agente di Cristante e le nuove voci sul genoano Laxalt come obiettivo per giugno. Si avvia alla conclusione la settimana di lavoro che porterà l’Atalanta alla sfida di domani, domenica 21 (fischio d’inizio ore 12.30), contro il Napoli primo in classifica e gli spunti come sempre non mancano.

 

 

Le ultime da Zingonia: Cornelius in vantaggio. Gasperini continua a lavorare a porte chiuse in vista della sfida contro gli uomini di Sarri e da Zingonia arrivano segnali di grande carica. Con tutti gli uomini a disposizione e il solo de Roon squalificato, il tecnico di Grugliasco ha buone possibilità di scelta e sembra orientato a lanciare nuovamente dal primo minuto il centravanti Cornelius. Il vichingo sta molto bene, nelle prime due partite di questo 2018 contro Napoli e Roma in trasferta ha indossato sempre la maglia da titolare, realizzando anche un gol all’Olimpico e disputando ottime gare. Insieme a Cornelius ci saranno Gomez (particolarmente motivato dalla presenta in tribuna del ct dell’Argentina Sampaoli) e Ilicic, con Cristante che giocherà al centro del campo vicino a Freuler. Sulle corsie esterne l’unico dubbio pare quello tra Spinazzola e Gosens, con Hateboer confermato a destra, mentre in difesa Masiello dovrebbe avere la meglio su Palomino, con Caldara e Toloi a completare il pacchetto davanti al portiere Berisha. Il nuovo acquisto Rizzo andrà in panchina, dovrebbe essere convocato anche Melegoni della Primavera per completare le scelte a disposizione.

Biglietti: ottima prevendita per Juventus e Borussia. Se per la sfida con il Napoli i tagliandi venduti hanno già superato quota quattromila con una presenza complessiva stimata in oltre diciottomila unità, le vendite per la semifinale di Coppa Italia e i sediceimi di Europa League vanno a gonfie vele. Gli abbonati al campionato avranno diritto alla prelazione per Atalanta-Juventus del prossimo 30 gennaio fino alle 22 di domani sera e il totale dei biglietti venduti ha superato quota 7.300, con la concreta possibilità di arrivare almeno a otto o novemila biglietti venduti già prima della fine della prelazione. Per la gara con il Borussia Dortmund del 22 febbraio a Reggio Emilia, l’Atalanta continuerà con la prelazione riservata agli abbonati di Europa League fino al prossimo 4 febbraio e gli oltre diecimila sottoscrittori dei mini-abbonamenti hanno già confermato la propria presenza in oltre 6.100. Anche in questo caso, il tutto esaurito è decisamente alla portata. Per quanto riguarda la gara di andata del 15 febbraio a Dortmund, la Ovet ha fatto sapere che non sarà aperta la vendita libera di pacchetti in quanto i posti sono stati esauriti in prelazione a chi ha già partecipato alle trasferte con la compagnia di viaggi ufficiale.

 

 

Mercato per giugno: Cristante via, si prova per Laxalt. In mezzo a tante operazioni minori (Cabezas ad Avellino è quasi saltato, Vido va in prestito al Cittadella) ci sono un paio di voci che riguardano i big che rimbalzano dal radiomercato. L’agente di Bryan Cristante, Beppe Riso, ha dichiarato intervenendo a Top Calcio 24 che «Bryan si sposterà a fine stagione: abbiamo affrontato già il discorso con la famiglia Percassi, ormai è un calciatore di livello internazionale». Che al classe 1995 siano interessate Juve, Inter e molte altre società non è un mistero ma certe uscite pubbliche, mesi prima del mercato estivo, sono quantomeno discutibili. L’Atalanta, come sempre, valuterà l’operazione a 360 gradi e dopo il riscatto (a 4 milioni) dal Benfica saranno ascoltate le offerte di chi è interessato. Non servono dichiarazioni pubbliche così nette, il ragazzo ha ancora molto da dare qui a Bergamo e il mercato può attendere. In entrata, invece, hanno iniziato nuovamente a circolare voci sul genoano Laxalt, che arriverebbe a giugno per colmare il vuoto lasciato da Spinazzola. Il cartellino costa molto (si parla di circa 10 milioni) ma spifferi che arrivano sia da Bergamo che da Genova confermano di manovre in corso, con l’Atalanta che vuole provarci fino in fondo.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia