Atalanta

Estigarribia e Boakye gol Ma il migliore è Sportiello

Estigarribia e Boakye gol Ma il migliore è Sportiello
Atalanta 14 Settembre 2014 ore 18:37

Estigarribia e Boakye costruiscono, Sportiello difende. L’Atalanta vince 2-1 a Cagliari una gara dalle mille emozioni e porta a Bergamo un successo firmato dai due marcatori e dal giovanissimo portiere. Buonissima prestazione collettiva con alcuni elementi (Biava e Dramè su tutti) ancora una volta tra i migliori.

Sportiello 9: prima parata vera al 37’ su Farias, per il resto un primo tempo fatto di parecchie uscite e pochi interventi impegnativi. Apre la ripresa con un miracolo assoluto su Farias (55’), la palla bloccata a terra era davvero difficile vista la vicinanza dell’avversario. Onnipresente sulle palle alte e in uscita, al 76’ è bravissimo su Joao Pedro, dimostrandosi un autentico muro. Cade solo sul rigore trasformato da Cossu, è miracoloso ancora su Dessena all’88’. Incredibile.

Zappacosta 6,5: gara subito tosta in fase difensiva, Cossu lo punta costantemente e lui arretra spesso a protezione dell’area di rigore. Nella prima frazione di gioco si spinge in avanti meno del collega Dramè, ma è molto attento

Benalouane 6,5: contro i piccoletti e il fraseggio veloce di Zeman potrebbe andare in difficoltà ma non succede. L’unica volta nei primi 45’ minuti che si fa trovare fuori posizione capita al 16’, quando Sau strozza il destro dal cuore dell’area. Controlla senza grossi affanni il resto della gara.

Biava 7,5: eterno. L’assist per Dramè nell’azione da cui nasce il primo gol parte dall’unico piede destro vestito di nero dei 22 che iniziano la gara (tutte le altre calzature sono colorate). Sfiora il gol del raddoppio sugli sviluppi di un calcio d’angolo e nella ripresa (65’) salva un gol fatto di Sau con una spaccata sulla riga di porta che gli costa il cambio. Partita stupenda. (dal 68’ Cherubin 6: tiene bene fino alla fine quando entra ingenuamente su Ibarbo in piena area, regalando il rigore del 2-1 a Sau.)

Dramè 7,5: la prima discesa è letale: si beve 50 metri di campo e mette al centro la palla che Estigarribia insacca. Si propone con grande continuità e i palloni sono sempre interessanti, la capacità di corsa è incredibile e cala un pochino soltanto nel finale. Non succedesse, sarebbe un robot. Pazzesco.

Estigarribia 6,5: bravo a farsi trovare sul secondo palo al 4’ per il gol del vantaggio, Colantuono lo invita ad essere propositivo e lui prova a sfruttare gli spazi senza tirarsi mai indietro. Potrebbe fare di più, ma visto il risultato va benissimo anche così.

Cigarini 7: spacca tre o quattro volte la manovra con giocate di prima che per poco diventano decisive, gioca a due tocchi e la sua parola d’ordine è rapidità. Di testa e d’esecuzione. Assist in verticale perfetto per Boakye che vale il 2-0, passa trequartista dopo l’uscita di Boakye alle spalle di Denis e nel complesso si conferma pedina fondamentale per lo sviluppo della manovra.

Carmona 7: lavoro enorme senza mai apparire, rincorre Ekdal e Conti dando spesso anche copertura a Zappacosta prima e a Dramè dopo. Gioca oltre novanta minuti confermandosi un perno fondamentale per questa Atalanta.

D’Alessandro 6,5: il suo recupero al 3’ innesca l’azione del vantaggio, fa un grandissimo lavoro a elastico tornando a difendere e riproponendosi sempre in avanti. Già ammonito, ad inizio ripresa prima rischia la simulazione e subito dopo scivola sulla caviglia di Ekdal: Colantuono per non correre rischi lo toglie dal campo. Esordio comunque positivo.  (49’ Raimondi 6: soldatino sempre pronto che ancora una volta si fa trovare pronto. Gioca con grandissima abnegazione e regala un supporto costante a Zappacosta)

Boakye 7: si muove sempre alla ricerca della profondità. Nel primo tempo ha pochissimi palloni giocabili ma nella ripresa quando capita il pallone buono è letale: assist di Cigarini, destro piazzato all’angolino e partita in ghiaccio. (dal 75’ Baselli sv)

Denis 6: primo tempo senza grossi squilli, il gran caldo certamente lo condiziona, ma il lavoro è più oscuro che altro visto che soprattutto nel finale è molto bravo a perdere secondi preziosissimi.

All. Colantuono 7: Cigarini aveva detto in settimana che si stavano preparando contromosse al gioco di Zeman e sul terreno di gioco si sono viste. Ripartenze nello spazio con precisione e rapidità, grande attenzione difensiva e tanto cuore. Il primo successo della stagione è una vittoria della logica e dell’equilibrio contro lo spettacolo che tra qualche giornata il Cagliari proporrà.

Pubblico atalantino 8: sono arrivati in una trentina da Bergamo con ogni mezzo e hanno visto una squadra solida e quadrata vincere con merito in casa del Cagliari. Pochi ma bravi a farsi sentire a più riprese.

Cagliari: Colombi 6, Balzano 5,5, Rossettini 5,5, Ceppitelli 5,5, Avelar 6; Crisetig 6 (61’ Dessena 6), Conti 6,5, Ekdal 6(52’ Joao Pedro 6,5); Farias 5,5(61’ Ibarbo 6), Sau 6, Cossu 5,5. All. Zeman 5,5

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter