LE DICHIARAZIONI

Gasperini applaude i suoi e punta in alto: «Ora proviamo a insidiare Inter e Lazio»

Il tecnico dell'Atalanta non si accontenta e vuole un finale di stagione spumeggiante per preparare al meglio la sfida contro il Paris Saint Germain

Gasperini applaude i suoi e punta in alto: «Ora proviamo a insidiare Inter e Lazio»
Bergamo, 15 Luglio 2020 ore 00:07

L’Atalanta continua a scrivere pagine indelebili di questa stagione e Gian Piero Gasperini è soddisfatto: «L’anno scorso abbiamo fatto tanti gol, siamo il miglior attacco del campionato, ma quest’anno ci siamo superati con il numero. Abbiamo realizzato con tanti giocatori diversi, e fatto molti gol di qualità. Non vogliamo umiliare gli avversari, ma è il nostro modo di continuare a giocare cercando di trovare schemi e inserimenti. Chiaro che all’inizio della stagione non partiamo per giocare così in alto, ma è il quarto anno consecutivo che siamo lì con una classifica buona. Le coppe europee ci hanno aiutato in questo percorso soprattutto sotto l’aspetto tecnico».

Poi sul campionato: «Vogliamo finire bene e prepararci al Paris Saint Germain. Credo che il miglior modo per arrivare bene al 12 agosto sia quello di fare buone gare in campionato. Per la qualificazione in Champions manca poco alla matematica, poi ci sono il secondo e il terzo posto a portata di mano e proveremo a fare il massimo».

Ilicic? «Stiamo cercando di recuperarlo al meglio, sa che gli siamo vicini, gli vogliamo bene, e sarà il nostro valore aggiunto per la Champions».

Psg fermo? «Questo è un tema, difficile valutarlo. Devono giocare due finali di Coppa, non so se sia meglio fare come noi o loro. Difficile prevederlo, ma credo che saranno due squadre preparate al massimo. Mbappe e Neymar sono due fuoriclasse, fra i primi al mondo, noi dovremo essere molto bravi. Sono una grandissima squadra e quando giochi contro loro, devi farlo al meglio in tutte le componenti, senza cercare di snaturarti. Studieremo bene l’avversario, come loro faranno con noi».

Muriel? «E’ un imprevisto incredibile quello che gli è accaduto, gli è andata bene. Ha preso una capocciata e sarebbe potuto rimanere secco, per fortuna è andata bene. Speriamo di non avere altre sfortune».

Scudetto? «Non ci ho pensato troppo nemmeno sabato notte, ma, a mentre fredda, penso agli scontri diretti con Inter, Lazio e Juventus che hanno sempre avuto una piega non fortunata per noi e abbiamo lasciato qualche punto».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia