Menu
Cerca
LE DICHIARAZIONI

Gasperini chiude il mercato e ringrazia i tifosi che hanno accompagnato la squadra

Il tecnico dell'Atalanta però non si accontenta ("Possiamo ancora migliorare") ed elogia le qualità di Lammers

Gasperini chiude il mercato e ringrazia i tifosi che hanno accompagnato la squadra
Atalanta Bergamo, 04 Ottobre 2020 ore 14:57

di Giordano Signorelli

La terza vittoria consecutiva rende Gian Piero Gasperini un uomo felice e con il sorriso sul volto. Ormai anche lui pare abbia perso il conteggio dei record ottenuti con l'Atalanta e si concentra sul match appena concluso. «Globalmente è andata bene, abbiamo disputato una partita di qualità. È un risultato meritato, abbiamo commesso qualche sbavatura, ma ci siamo sempre ripresi e non siamo mai rimasti sull'errore».

Il tecnico analizza poi la seconda rete subita. «Godin è un giocatore forte di testa, sapevamo che poteva venire a colpire lì, abbiamo messo le contromisure, ma ci ha fregato lo stesso perché è stato bravo. Un episodio così però non ti può togliere dalla partita, abbiamo reagito e questa è una forza dell'Atalanta».

Sul fatto che la sua squadra giochi quasi a memoria, Gasp ripete la solita melodia. «Noi abbiamo una base molto solida con 14-15 giocatori che sono qui da tre anni. Per gli altri serve un po' di tempo, ma con l’aiuto dei vecchi e alcune situazioni come quella di oggi, aumentano la velocità dell'inserimento. La convocazione di Ilicic? È una notizia senza fondamento, ha ripreso ad allenarsi con la squadra, siamo fiduciosi di poterlo recuperare anche sul piano calcistico. Non abbiamo fretta, ora c’è una sosta e speriamo sia sufficiente, altrimenti andremo avanti così».

Sul capitolo mercato invece chiude le porte a possibili arrivi. «In questo momento abbiamo raggiunto il numero massimo di stranieri, ma abbiamo Pessina che al momento è infortunato e speriamo che nel giro di un mese possa riprendere. È vero che in mezzo siamo un po’ contati, ma possiamo trovare adattamenti con altri giocatori».

Non può ovviamente mancare un commento al girone di Champions League e all'affetto mostrato dai tifosi che hanno accompagnato la squadra allo stadio. «Si andrà a giocare negli stadi di Liverpool e Ajax, società prestigiose che hanno vinto la Champions League. Ci sarà però il rammarico per l'assenza pubblico che speriamo torni presto, ma già oggi vedere mille persone presenti è già una soddisfazione. Speriamo si ritorni ai livelli del passato. Oggi è stato bellissimo vedere la gente che ci ha accompagnato allo stadio con le moto».

Infine sui nuovi arrivati. «Ci siamo accorti subito che Lammers è un elemento con tanta qualità e ha margini di crescita fisici importanti. Chi mi ricorda? In certe movenze assomiglia a un centravanti olandese con gran fisico e qualità importanti, ma fare paragoni (il riferimento è a Van Basten, ndr) è azzardato. Anche Romero ha fatto un'ottima gara, poi toccherà anche agli altri. Gosens e Hateboer stanno facendo gli straordinari, vediamo di inserire anche gli esterni».