Le parole dopo Atalanta-spal 1-2

Gasperini non cerca alibi: «Avevamo una marcia in meno. Petagna? Devo ringraziarlo per quel che ha fatto da noi»

Gasperini non cerca alibi: «Avevamo una marcia in meno. Petagna? Devo ringraziarlo per quel che ha fatto da noi»
Bergamo, 20 Gennaio 2020 ore 23:17

di Giordano Signorelli

Le sconfitte lasciano sempre un po’ di amaro in bocca, ma questa ancor di più. «Soprattutto nel primo tempo siamo stati un po’ sfilacciati, poco compatti – spiega Gian Piero Gasperini nella conferenza stampa dopo la sconfitta con la Spal -. Passati in vantaggio avevamo spazi favorevoli, mentre nella fase difensiva, soprattutto in mezzo, abbiamo fatto fatica. Eravamo troppo spezzati con gli attaccanti, ma si vedeva che avevamo una marcia in meno. Tre gare in una settimana? Non credo sia questo il problema, l’abbiamo fatto altre volte. Spostare de Roon in fascia ci ha fatto mancare qualcosa in mezzo, ma una volta in vantaggio avremmo dovuto difendere meglio. È andata un po’ meglio nella ripresa, ma non abbiamo avuto la forza per sfruttare le occasioni».

Sui cambi. «Freuler? Volevo portare de Roon in mezzo al campo e ho cercato di adattare Djimsiti. Abbiamo avuto acciacchi in settimana, qualcuno non era nella serata migliore e c’è stata un po’ di difficoltà. È un peccato, perché la gara si era messa bene. Poi bisogna dare merito alla Spal, che pur essendo in fondo alla classifica si sta giocando le proprie possibilità e ha fatto una buona gara. Ha attaccato con tanti uomini e avremmo dovuto reggere meglio il loro urto. Non siamo stati capaci di sfruttare gli spazi e contrastarli. Ci saltavano spesso, sono stati bravi a recuperare le seconde palle e questo ci ha creato problemi».

Su Petagna: «Se giocasse sempre contro di noi sarebbe capocannoniere – scherza Gasperini -. Speriamo possa portare la Spal alla salvezza. È uno dei giocatori che devo ringraziare per quello che ha fatto con noi, ha fatto campionati importanti. Poi vengono fatte delle scelte…». E, infine, un breve cenno al mercato: «Non so cosa possa succedere da qui alla fine. Sono concentrato sul momento e non so cosa possa accadere. Noi dobbiamo recuperare al meglio i giocatori che abbiamo e pensare alla gara contro il Torino».

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia