Il capitano e il mercato

Il giallo della presunta offerta araba al Papu e l’ansia da “mancata smentita” della tifoseria

Non ci sono dettagli, nessuno sa nulla, eppure si è scatenata una strana ansia tra i nerazzurri per il futuro di Gomez. Noi non abbiamo dubbi

Il giallo della presunta offerta araba al Papu e l’ansia da “mancata smentita” della tifoseria
10 Settembre 2020 ore 00:59

di Fabio Gennari

Negli ultimi giorni, tra i tifosi dell’Atalanta si è scatenato un po’ di panico per il silenzio del Papu Gomez. Ieri (9 settembre) il numero 10 nerazzurro è apparso sorridente in alcune foto su Instagram che sono state scattate al Centro Bortolotti durante gli allenamenti. Sulla strada del ritorno verso casa il capitano della Dea si è messo pure a cantare e tutto è finito, ovviamente, sui social. A chi è preoccupato per la possibile offerta da 7,5 milioni di euro a stagione per tre anni che sarebbe stata recapitata al capitano dagli arabi, però, questi segnali non bastano. Si pretende una dichiarazione. Una conferma. Un comunicato con scritto: «Resto a Bergamo».

La situazione è paradossale: cercando di capire un po’ di più degli umori che circolano al Centro Bortolotti non emerge nulla di strano. Il Papu si allena tranquillamente, non c’è aria del potenziale arrivo di quello che sarebbe un vero e proprio terremoto tecnico per la squadra bergamasca. Qui non è questione di 15 milioni (sarebbe l’offerta all’Atalanta) o di 30, si parla di un progetto tecnico che vede l’Atalanta in Champions League con il Papu al centro di tutto. Lo era, lo è e lo sarà.

Qualcuno parla di come oggi, 10 settembre 2020, ci sia la scadenza dei termini per l’iscrizione alle liste della Champions League asiatica. Non abbiamo riferimenti normativi certi, prendiamo per buona questa versione, ma ci poniamo qualche domanda: possibile che a poche ore dalla chiusura dei tempi previsti dalla competizione cui l’Al Nassr partecipa (come sia possibile iscrivere giocatori a metà della fase a gironi con la squadra che scenderà in campo il 15 settembre resta un mistero), nessuno a Bergamo sappia nulla di cosa vuol fare il Papu?

È plausibile che un trasferimento a Ryad (quindi non proprio dietro l’angolo) sia burocraticamente gestibile in così poco tempo? Magari è già tutto pronto ma, anche in questo caso, sarebbe filtrato qualche spiffero. Di questa possibile operazione si parla da qualche giorno, lunedì i tre figli di Gomez e della moglie Linda hanno iniziato la scuola con tanto di “reportage” fotografico sui social e cartoline di vita quotidiana: verrà tutto ribaltato da un viaggio dorato e foderato di milioni di euro verso l’Arabia Saudita?

Domande, dubbi e nessuna risposta. L’agente di Gomez è il cognato, Alejandro Naccarato, che lavora in Italia con Beppe Riso. Tra i tanti giornalisti che si occupano di mercato, compresi quelli delle testate più importanti e conosciute, nessuno ha riscontri certi di questa fantomatica trattativa. Possibile che nessuno sappia nulla? Giornalisti, compagni, allenatore, società. La situazione è davvero strana, si è creata una sorta di “ansia da mancata smentita” che diventa pure difficile da commentare. Per noi il Papu non si muove da Bergamo, accadesse il contrario sarebbe qualcosa di veramente spiazzante e clamoroso. Per tutti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia