Le pagelle

Gomez è ovunque, Gollini senza voto e Gasperini è decisivo

Gomez è ovunque, Gollini senza voto e Gasperini è decisivo
Bergamo, 15 Febbraio 2020 ore 23:10

Il portiere che esce senza voto, Gomez che trascina la squadra e altri 4-5 elementi protagonisti di una prova semplicemente straripante. Grande prestazione mentale della squadra orobica che, oltre alla bellissima prova dal punto di vista tecnico, riescono anche a reagire alla grande. L’esempio? Palomino: quell’errore poteva condizionarlo in modo clamoroso e invece ha saputo riscattarsi alla grande.

Gollini sv: inoperoso per tutto il primo tempo, non può nulla sul tiro di Dzeko favorito dal regalo incredibile di Palomino e nella ripresa assiste al monologo dei compagni senza dover mai intervenire.

Toloi 8: straripante. Molto bravo in ripiegamento su Dzeko al 35’, sfiora il gol in rovesciata al 38’ e nel complesso gioca una gara di grandissimo livello. Dalle sue parti è bravissimo a leggere sempre in anticipo le situazioni più pericolose.

Palomino 7: gran lotta con Dzeko fin dal primo minuto, bravo al 43’ a sbrogliare la matassa sul tiro di Pellegrini che sarebbe comunque finito fuori. Errore incredibile al 45’ che regala il gol del vantaggio a Dzeko, si riscatta al 50’ con il gol del pareggio e il voto è tutto per la sua forza mentale: quell’errore avrebbe abbattuto un bisonte, lui si è rialzato subito.

Djimsiti 7,5: fatica un po’ con Kluivert quando il numero 99 della Roma gli prende il primo controllo, bravo a spizzare per Palomino in occasione del pareggio e complessivamente a proporsi sempre con continuità anche in avanti.

Hateboer 7: tanta corsa e poca precisione nel primo tempo, migliora nella ripresa e ha il grande merito di non mollare mai di un centimetro arrivando sempre fino in fondo.

de Roon 7,5: nella prima frazione di gioco è bravo a non perdere mai le distanze e a giocare sia in protezione che in fase di costruzione, anche nella ripresa tiene lo stesso livello di gioco e alla lunga la prestazione è decisiva dal punto di vista tecnico e tattico.

Freuler 8: attento dal punto di vista tattico e pronto a chiudere gli avversari in ogni situazione fino al riposo, nella ripresa alza addirittura il livello del suo gioco e finisce in crescendo la miglior gara stagionale con la maglia della Dea.

Gosens 7: un paio di ottime sgroppate nella prima frazione di gioco, appoggia a Pasalic il pallone del meraviglioso 2-1 e si fa vedere molto anche in fase di ripiegamento.

Gomez 8,5: trascinatore e migliore in campo. Al 9’ ha la prima grande occasione del match ma Lopez lo stoppa, gioca un sacco di palloni e a tratti è immarcabile sia quando si allarga che quando si accentra. Esce tra gli applausi, strameritati.  (86’ Muriel sv: una punizione violentissima al 93’ e poco altro)

Ilicic 6,5: grande apertura per Gomez al 9’ ma l’occasione sfuma, al 30’ chiude con un bel mancino l’azione Zapata-Gosens e nella ripresa dipinge un paio di giocate del suo livello. Meno continuo di altre volte ma comunque positivo. (83’ Malinovskyi sv: pochi minuti nella bagarre finale a sostegno dell’azione difensiva)

Zapata 6: poche occasioni fino al riposo, gioca più di sponda che altro e strappa la sufficienza perché lotta come un leone e spesso costringe la difesa della Roma a giocare sotto pressione. (59’ Pasalic 7,5: ci mette 10 secondi a farsi vedere, manda sotto l’incrocio il pallone del 2-1 e il gol è di importanza assoluta soprattutto perché spacca una Roma a quel punto incapace di reagire.

All. Gasperini 8: questa volta il cambio di Zapata è giusto, Pasalic lo rende perfetto, ma è la lettura del tecnico a essere premiata: senza punti di riferimento la Roma ha faticato molto di più. Per lui 100 vittorie in serie A, la squadra a +6 (che vale +7) sulla quinta in classifica e morale alle stelle in vista del Valencia. Più di così era impossibile sperare.

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia