Gomez il migliore in campo E Sportiello sta a guardare

Gomez il migliore in campo E Sportiello sta a guardare
15 Marzo 2015 ore 18:01

Bene la difesa, Papu e Maxi. Per il resto la squadra ha fatto molto meglio rispetto a Parma e se non fosse stato per l’espulsione nel finale si sarebbe potuto provare a vincere magari con la doppia punta. La nota lieta? Difesa di acciaio, Di Natale mai pericoloso e Sportiello che esce dal campo senza voto.

Sportiello sv: graziato dal palo sul destro di Widmer al 13’, per tutto il primo tempo è spettatore assoluto della partita e anche nella ripresa si vede solo in occasione di qualche uscita. Domenica decisamente tranquilla.

Biava 6,5: gioca in costante proiezione offensiva e lo fa benissimo, al 36’ il suo destro è largo ma piace per continuità d’azione. Tiene alla grande il campo fino a quando il fisico regge, esce per Scaloni tra gli applausi dopo aver rischiato il rosso. (72’ Scaloni 6: buon finale di gara al servizio della squadra)

Stendardo 6: dalle sue parti si muove (ogni tanto) Bruno Fernandes, nel primo tempo lo contiene senza alcun problema e anche nella ripresa è attento e preciso in chiusura.

Cherubin 6,5: Di Natale è un brutto cliente ma lui se la cava benissimo a più riprese. Seconda gara consecutiva dopo l’ingresso a Parma e seconda occasione in cui lascia un’ottima impressione.

Masiello 6,5: giocatore completamente ritrovato: si muove con disinvoltura sulla linea dei centrocampisti e sostiene senza paura la manovra d’attacco. Al 47’ si vede in area ma il tocco al centro non trova nessuno, cala un po’ nel finale ma la sua prova resta molto buona.

Cigarini 6: parte con piglio deciso, vicino al gol al 31’ con un bel destro alto e nel complesso manda in scena uno dei più bei primi tempi della sua stagione. Nella ripresa non si ripete, cala decisamente i giri del motore e finisce per sparire dal campo. Si riaccende un po’ nel finale, troppo tardi.

Carmona 6: con Guilherme spesso si scontra ma ha il grandissimo pregio di non lesinare mai impegno e corsa a favore dei compagni e della manovra. Nella ripresa è ancora una volta il più pimpante, al 76’ è costretto a lasciare il campo per espulsione, l’intervento su Allan è in ritardo e con il pallone già passato: la Dea resta in 10. Mezzo voto in meno per questo motivo.

Dramè 5,5: tecnicamente fa un po’ di fatica, al 40’ si vede in area con un colpo di testa che finisce alto sulla traversa ma a differenza di Masiello dalla sua parte si vede pochissimo la superiorità con l’attaccante esterno.

Moralez 7: con lui in campo, è tutta un’altra musica. Inventa giocate preziose a ripetizione, tutti i palloni d’attacco passano dai suoi piedi e lascia sempre la sensazione di poter accendere la luce in qualsiasi momento. Esce dopo un’ora, prestazione molto buona. (64’ Emanuelson 6: subito pimpante, tacco per Gomez al 68’ e un paio di buone giocate)

Denis 6: prima occasione al 4’, il suo colpo di testa è preciso sulla punizione di Gomez ma Karnezis ci arriva. Viene ad appoggiare l’azione, si presenta in area con continuità e al 47’ serve benissimo Masiello in area piccola. Appoggia spesso i compagni, negli ultimi 20 minuti gioca da fermo e sembra in debito di ossigeno, ma l’espulsione di Carmona costringe Reja a bruciare il terzo cambio e non può uscire.

Gomez 7: il migliore della Dea. Ottima partenza di gara, a sinistra è una spina costante nel fianco friulano e tantissime palle importanti passano dai suoi piedi. Nella ripresa si vede al 68’ dopo una bella combinazione con Emanuelson: il destro costringe Karnezis alla paratona. Lascia il campo dopo il rosso a Carmona. (78’ Migliaccio 6: finale di sostanza al servizio della squadra)

All. Reja 6: sceglie dall’inizio una squadra logica, non ha esterni disponibili al 100% e quindi disegna un 3-4-3 molto ben equilibrato e nel primo tempo domina sul piano della manovra. Biava e l’espulsione di Carmona lo costringono a sprecare due cambi, mentre Emanuelson per Moralez è una scelta dettata dalla tenuta precaria del piccolo argentino. Era una gara da vincere, visto com’è andata è stato importante non perdere.

Pubblico 8: dal primo all’ultimo minuto i tifosi dell’Atalanta hanno sostenuto i ragazzi di Reja. Solo al fischio finale si è levato un coro che invitava i giocatori a tirare fuori gli attributi. L’ambiente, più di così, non poteva forse fare. Ci sarà da sudare fino alla fine, storie non ce ne sono.

7 foto Sfoglia la gallery

Udinese: Karnezis 6,5; Piris 6, Danilo 6, Wague 6; Widmer 6,5, Allan 6 (80’ Badu 6), Pinzi 6, Guilherme 6,5, Pasquale 6; Fernandes 5 (88’ Geijo sv), Di Natale 5 (67’ Thereau 6). All. Stramaccioni 6

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia