Atalanta
Le pagelle

Palomino è su tutti i palloni, ma davanti nessuno convince e Muriel è il peggiore in campo

Serata negativa di troppi atalantini, male praticamente tutto l'attacco mentre in difesa il più bravo è Palomino con Demiral subito alle sue spalle

Palomino è su tutti i palloni, ma davanti nessuno convince e Muriel è il peggiore in campo
Atalanta 21 Dicembre 2021 ore 23:03

di Fabio Gennari

Serata difficile e negativa per tanti nerazzurri, in difesa si vedono le cose migliori, ma è davanti che sono mancati diversi protagonisti molto attesi.

Sportiello sv: torna titolare dopo oltre tre mesi e per tutto il primo tempo resta a prendere freddo e guardare i compagni senza dover mai intervenire. Nella ripresa stesso discorso, nessuna conclusione dei padroni di casa e serata tranquilla.

Djimsiti 6: si muove dalle parti di Portanova e lo controlla senza problemi, cerca di spingere un po’ sull’acceleratore ed è suo l’ultimo cross buono per la zuccata di Demiral.

Demiral 6,5: cerca sempre l’anticipo su Destro ed Ekuban e non va mai in affanno. Nella ripresa cerca due volte la conclusione di testa e all'81’ va anche vicino al gol senza trovare lo specchio.

Palomino 7: il migliore. l’attacco del Genoa non è di certo irresistibile e lui controlla le operazioni senza affanni, nella ripresa parte alla grande chiudendo in anticipo le linee avversarie prima che diventino pericolose.

Hateboer 5,5: poco incisivo per tutta la partita, non arriva quasi mai sul fondo con pericolosità e la sua partita è negativa.

Koopmeiners 5,5: gioca fin dall’avvio molti palloni ma non trova la traccia giusta per innescare azioni offensive degne di questo nome. (84’ Piccoli sv: subito un bel colpo di testa su cross di Muriel parato centralmente da Sirigu, unica occasione della sua partita)

Freuler 6: ammonito a metà del primo tempo salterà la gara del 6 gennaio contro il Torino, mulina molto le gambe ma non trova con continuità il bandolo della matassa (46’ de Roon 6,5: ottimo secondo tempo in cui cerca di coprire e poi far ripartire i compagni)

Zappacosta 5,5: più intraprendente di Hateboer ma non particolarmente frizzante almeno fino al riposo, anche nella ripresa ha spesso molto spazio ma non trova mai l'affondo giusto.

Miranchuk 5: quarta gara da titolare dopo Fiorentina, Salernitana e Verona, subito assist per Zapata (6’) e al 21’ è solo davanti a Sirigu ma Bani lo anticipa in angolo. La sua gara è tutta qui, troppo poco per incidere sulla sfida. (65’ Pasalic 5: non trova mai lo spazio giusto, entra nell’ultima fase di gara ma la sua fisicità non è mai decisiva).

Malinovskyi 5: cerca di entrare sempre nel gioco e fin dalle prime battute ci riesce pur senza essere mai troppo pericoloso. Un’ora senza spunti degni di nota. (65’ Ilicic 5: mezz’ora finale con qualche passaggio in verticale tentato, ma pochissima incisività)

Zapata 5,5: prima conclusione al 6’ ben parata da Sirigu, non sembra in grande serata e verso la fine del primo tempo è costretto ad uscire dal campo per un fastidio muscolare. Gara non entusiasmante. (45’ Muriel 4,5: il peggiore. Entra a freddo ma è davvero fuori dal gioco, con queste prestazioni diventa difficile pretendere più spazio)

All. Gasperini 6: sfrutta tutte le armi a disposizione, dall’inizio o a gara in corso, ma la sensazione è che la squadra avrebbe potuto giocare un altro paio d’ore senza trovare lo spunto giusto. Passo falso inatteso, sosta benedetta.