Le pagelle

Il migliore in campo è Pessina, bravo anche Maehle. Miranchuk non convince ancora

Gara in chiaroscuro per i giocatori nerazzurri, qualche prestazione negativa davanti e anche in porta, ma altri giocatori comunque positivi

Il migliore in campo è Pessina, bravo anche Maehle. Miranchuk non convince ancora
Atalanta 20 Gennaio 2021 ore 17:29

di Fabio Gennari

Prestazione meno scintillante di altre volte, tra i nerazzurri ottima prova di Pessina e molto bravo anche il danese Maehle. Dietro la lavagna Miranchuk, impalpabile, e pure Gollini che non è preciso sul gol e rischia pure di provocare un calcio di rigore.

 

Gollini 5: giornata negativa. Non sembra chiudere bene su Pereyra che lo infila dopo 23” di partita (tuffo impreciso), al 42’ perde malamente palla e rischia tantissimo sul contrasto con lo stesso Pereyra. Primo tempo da dimenticare. Nella ripresa non viene mai chiamato in causa, caricato da Zeegelaar all’87’.

Toloi 6,5: ci prova un paio di volte al tiro, la conclusione al 40’ trova la bella risposta di Musso e complessivamente è tra i migliori della partita: non ha l’uomo da marcare, sostiene spesso i compagni.

Romero 6: grande duello con Lasagna, gli scappa solo in occasione del vantaggio, ma per il resto è lui a comandare le operazioni.

Palomino 6: subito un grave errore di lettura con uscita su Lasagna e Pereyra che scappa in campo aperto, si riscatta con il passare dei minuti e fino al riposo non sbaglia più nulla. Si conferma nella ripresa.

Hateboer 6: primo tempo senza grandi sgroppate nonostante lo spazio sulla fascia ci sia, tiene la posizione e non strappa, ma nemmeno demerita.  (59’ Gosens 5,5: mezz’ora finale in cui si vede poco o nulla delle sue grandi doti).

Pessina 7,5: il migliore in campo. Primo tempo di altissimo livello, entra in tante azioni e tocca una marea di palloni. Suo l’assist per Muriel che pareggia i conti. Anche nella ripresa è sempre nel vivo del gioco, grande rientro.

de Roon 6,5: gli tocca il controllo di De Paul e lui se la cava molto bene, non soffre quasi mai e tatticamente è preziosissimo.

Maehle 7: sfiora il gol del pareggio al 35’ con destro in corsa deviato in angolo da Musso con un miracolo, mette sulla testa di Romero il pallone del 2-1 che il compagno manda di pochissimo sul fondo.

Malinovskyi 6: bella iniziativa al 12’ con sinistro da fuori messo in angolo da un difensore, al 23’ è bravo in area a pescare Toloi sul secondo palo e al 40’ la combinazione si ripete con il brasiliano che impegna Musso. Al 60′ servito da de Roon sceglie l’appoggio invece del tiro in porta: era una bella occasione, mezzo voto in meno per quello. (81’ Freuler sv)

Miranchuk 5: suo l’appoggio di testa per Maehle al 35’, cerca molto il pallone ma non trova sempre i tempi di giocata giusti. Al 54’ ben servito da Pessina manda sul fondo un pallone che meritava miglior sorte. Occasione persa. (59’ Ilicic 5: entra subito bene ma non trova lo spunto giusto, ormai sanno tutti che se la porta sul sinistro e spesso lo anticipano)

Muriel 6: primo tempo molto negativo chiuso da una fiammata da campione che pareggia i conti al 44’, anche nella ripresa non è decisivo nella manovra ed esce dopo un’ora. (59’ Zapata 5,5: quando entra in campo l’Udinese è in modalità “bus davanti alla porta” e lui non riesce mai ad incidere)

Gasperini 5,5: sceglie di fare turnover all’inizio e stavolta va male, quando mette Gosens, Zapata e Ilicic nell’ultima mezz’ora cerca di aggiustarla ma la squadra non trova lo spunto giusto. Peccato, più due punti persi che uno guadagnato.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli