Atalanta
Tira la bomba!

Il sinistro di Malinovskyi è un'arma formidabile: solo Messi ha segnato di più da fuori

Grande gol del numero 18 nerazzurro contro la Juventus, una bella "abitudine" per il ragazzo ucraino: lo dicono i numeri

Il sinistro di Malinovskyi è un'arma formidabile: solo Messi ha segnato di più da fuori
Atalanta 15 Febbraio 2022 ore 09:20

di Fabio Gennari

Da quando Ruslan Malinovskyi è arrivato all'Atalanta, grazie alla dinamite che ha nel suo sinistro sono ben 14 i gol segnati da fuori area e in tutta Europa solo il migliore di tutti, ovvero Lionel Messi, ha fatto meglio con 18 marcatore dalla distanza. Il dato, aggiornato dalla strepitosa rete dell'1-0 segnata contro la Juventus, è da applausi e certifica come l'Atalanta abbia alzato il suo livello offensivo anche grazie a una soluzione che probabilmente viene sfruttata anche meno del dovuto.

Che Malinovskyi sia forte nel tiro dalla media distanza è ormai chiaro a tutti e anche i difensori avversari lo sanno. Il problema è che con il baricentro basso e una massa muscolare davvero di altissimo livello il numero 18 atalantino riesce a spostare velocemente il pallone quando conduce l'azione accentrandosi da destra verso sinistra, così da liberarsi spesso al tiro. Rispetto a Ilicic e Miranchuk, gli altri due mancini che partono da destra e si accentrano, Malinovskyi è meno "delicato" nei passaggi filtranti, ma più potente nel tiro da lontano.

Nella classifica europea delle reti dalla distanza, i primi dieci posti conteggiano altri due giocatori dell'Atalanta di oggi e di ieri. Con 10 reti troviamo Luis Muriel, a quota 8 c'è il Papu Gomez, a testimonianza che anche quella è una soluzione che a Bergamo porta spesso soddisfazioni. Oggi nella rosa della Dea c'è anche Koopmeiners che ha nelle sue corde il tiro da lontano, in attesa di scoprire Boga, che esalta per il dribbling e la conclusione dal cuore dell'area ma che con il destro, da sinistra, ha già fatto vedere con il Sassuolo di saperci fare.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter