Ilicic giochicchia, male Spina Freuler e Cornelius lottano

Ilicic giochicchia, male Spina Freuler e Cornelius lottano
30 Dicembre 2017 ore 17:56

Assalto continuo ma confuso e troppe prestazioni generose ma prive della solita pulizia, tecnica e tattica. Brutta prova corale dell’Atalanta, la squadra orobica non è più abituata a giocare male e quindi nel giorno in cui probabilmente si vede una delle peggiori prestazioni dell’èra Gasperini (almeno nel primo tempo), sono tante le insufficienze. Badate bene: mai come questa volta, molti voti sono legati agli episodi: se sbagli un gol solo davanti al portiere, è normale prendere un voto sotto la sufficienza.

 

 

Gollini 6: incolpevole sui due gol del Cagliari e decisivo in uscita bassa al 43’ su Farias, resta poi per tutto il secondo tempo a guardare i compagni senza mai essere impensierito. Chiude in attacco cercando fortuna, la palla dentro però non arriva.

Toloi 6: due grandi salvataggi in avvio su Farias, ma anche qualche insicurezza di troppo in fase di ripartenza e rilancio. Quel battibecco a distanza con Gomez, al netto delle ragioni, non è bello né da vedere né da commentare. Anche se poi è proprio lui a regalare al Papu l’assist per l’1-2…

Mancini 6: esordio da titolare in Serie A, su Pavoletti nel primo tempo è bravo in anticipo ma sulle linee di passaggio e sui movimenti le sue letture sono molto distanti da quelle di Caldara. Al 47’ centra una clamorosa traversa su assist di Toloi. Esce per ragioni tattiche, prova positiva. (64’ Cristante 5,5: partecipa al festival del gol mancato con un sinistro a colpo sicuro da dentro l’area che gli costa mezzo voto nonostante un buon impatto sulla gara. Un errore che pesa molto).

Masiello 6: primo tempo abbastanza normale con i compagni che vanno un po’ in difficoltà; ripresa più tranquilla, anche perché la squadra sarda gioca solo di rimessa.

 

 

Hateboer 6: nessuno spunto degno di nota nei primi 45’ di gioco, un po’ più vivace nella ripresa anche se le sue azioni non sono di grande pericolosità.

De Roon 5,5: corre tantissimo ma non è sempre lucido. Nel primo tempo conclude con il piattone intorno alla mezz’ora ma era in piena area e poteva fare di più; chiude un grande inserimento al 78’ senza tiro e con assist a Gomez che è in ritardo: scelta e tocco dovevano essere migliori. Complessivamente soffre il centrocampo avversario.

Freuler 6,5: primo squillo in percussione al 4’ con tiro debole, fino al riposo è il migliore della Dea e anche nella ripresa è bravo a tenere botta cercando sempre di cucire il gioco dove i compagni non arrivano.

Spinazzola 5: perde un pessimo pallone in occasione del raddoppio del Cagliari, per tutto il primo tempo è ampiamente insufficiente, migliora solo un pochino nella seconda parte di gara ma nel complesso l’ultima gara del 2017 a Bergamo è la brutta copia delle sue buone prestazioni.

 

 

Ilicic 5: passa 45’ minuti a giochicchiare dietro a Petagna, al 66’ fallisce il gol del 2-1 con un diagonale di destro e complessivamente non cava un ragno dal buco, un po’ per il traffico cagliaritano nella sua zona e un po’ perché non è quello scintillante delle ultime gare. (86’ Orsolini sv).

Petagna 5: lotta molto, ma nel primo tempo (eccezion fatta per la bella giocata con cui supera Andreolli in occasione del giallo al cagliaritano) si vede davvero poco. Esce all’intervallo, cambio giusto dopo una giornata negativa. (46’ Cornelius 6,5: entra e prova subito a dare profondità, cerca spesso la porta e ha il merito di creare più di un pericolo).

Gomez 5,5: gran serpentina al 17’ conclusa da un destro sul fondo, per il resto poco incisivo in tutto il primo tempo. In avvio di ripresa è nervoso e bisticcia con Toloi (indipendentemente dalle ragioni, non è un bel vedere), al 69’ Rafael gli respinge una conclusione pericolosa e nonostante il gol dell’1-2 in pieno recupero la sua prestazione complessiva non è in linea con le ultime uscite. Speriamo che il gol lo rigeneri.

 

 

All. Gasperini 6: sceglie Mancini e Ilicic al posto di Caldara e Cristante, nel primo tempo la squadra sbanda un paio di volte e il Cagliari punisce subito Gollini, ma se nella ripresa i suoi falliscono tutto il fallibile è francamente difficile dare delle colpe al mister. Cambia modulo nel finale ma non basta giornata sfortunata e negativa.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia