Ilicic pare proprio non farcela Zapata si candida per un posto

Ilicic pare proprio non farcela Zapata si candida per un posto
Atalanta 30 Luglio 2018 ore 10:09

Josip Ilicic quasi certo del forfait giovedì a Sarajevo, la crescita di Zapata e la disponibilità di Gomez e Freuler per la gara che può già segnare in modo decisivo il percorso europeo dell’Atalanta. È stata una domenica importante in casa nerazzurra, dall’ambiente orobico sono circolate alcune informazioni molto preziose in merito alle condizioni del giocatore sloveno e purtroppo la situazione non è delle migliori, con il cannoniere di Dortmund che ormai rischia quasi certamente di essere semplice spettatore di Sarajevo-Atalanta.

 

 

Batterio dai denti, linfonodo ingrossato. La situazione di Ilicic è molto più complessa di come era stata descritta nei giorni scorsi. Quella che doveva essere una banale influenza è invece qualcosa di più complicato da gestire perché serve tempo e in questo momento l’Atalanta ne ha pochissimo. Ilicic ha avuto un’infezione ai denti e, dai controlli effettuati, il batterio che lo ha colpito è arrivato a un linfonodo del collo. Senza entrare troppo nei dettagli medici, ciò che purtroppo conta è che il ragazzo ha una specie di bozzo grande come una pallina da ping pong sul collo e va monitorato con attenzione. Trattandosi di un’infezione, la terapia che viene seguita è di tipo antibiotico, in queste situazioni l’evoluzione della situazione viene monitorata giorno per giorno ma a meno di miglioramenti clamorosi e repentini nelle prossime 24 ore è praticamente certo che anche a Sarajevo l’Atalanta dovrà fare a meno del suo numero 72. Quello che conta davvero è che il ragazzo sia seguito puntualmente e continuamente dallo staff medico nerazzurro, i linfonodi sono delle specie di sentinelle del nostro corpo e quando entrano in azione in modo così forte significa che serve la massima attenzione.

 

 

Senza Ilicic è l’ora di Zapata. In attesa che passi in modo definitivo questo fastidioso problema che blocca Ilicic, l’Atalanta sfoglia la margherita per la scelta del suo sostituto e considerando D’Alessandro come ultima alternativa ecco che potrebbe toccare a Duvan Zapata scendere in campo dal primo minuto. L’attaccante colombiano è ancora un po’ in ritardo di condizione ma gli ultimi giorni di lavoro lo stanno portando vicino al livello dei compagni; con la sua presenza, l’Atalanta spera di trovare subito maggiore pericolosità offensiva proprio nella gara in cui diventa fondamentale fare gol e anche molto presto. Con Zapata schierato al centro dell’attacco, il ruolo di esterno destro sarebbe ricoperto ancora dal giovane Barrow e il ragazzo ha dimostrato anche in altre occasioni che può tranquillamente giocare con ottimi risultati anche lì. Nell’amichevole disputata sabato contro la Virtus Bergamo, Zapata ha offerto spunti interessanti e segnato un gol in bello stile su assist di Valzania. Certamente il livello è diverso rispetto alla gara di Sarajevo, ma certi tipi di giocatori hanno bisogno di tempo e lavoro per entrare in forma al cento per cento e quindi pensarlo in campo non è affatto utopia.

 

 

Gomez, Freuler e Pasalic: la situazione. Sugli altri fronti del gruppo orobico, per Gasperini arrivano solo buone notizie. Gomez ha un fastidio al ginocchio ma le condizioni migliorano di giorno in giorno, sul suo impiego non ci sono dubbi e considerando la necessità della Dea di fare la partita e di trovare velocemente il gol questa è un’ottima notizia. Insieme al numero 10 atalantino dovrebbe esserci in campo dal primo minuto anche lo svizzero Remo Freuler: il ragazzo ha fatto 90′ minuti anche nell’ultima amichevole e anche se non è al meglio dal punto di vista atletico la sua presenza è fondamentale. Gasperini, però, non potrà giocarsi a gara in corso l’arma Pasalic: il croato appena arrivato dal Chelsea, infatti, non è stato inserito nella lista Uefa per questo turno preliminare e non potrà dunque essere convocato per il match di Sarajevo. La formazione dunque non lascia spazio a troppi dubbi, tranne che per il portiere: giocherà ancora Berisha oppure sarà dato spazio a Gollini? La scelta di Gasperini, anche da questo punto di vista, sarà molto importante sia per l’immediato che per il futuro.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità