Atalanta
Le qualità ci sono

In questa squadra c'è chi può ancora migliorare: troppi gli alti e bassi di Musso

Il portiere ha alternato grandi partite (soprattutto in Europa) a errori evitabili. I margini di miglioramento ci sono e sono ampi

In questa squadra c'è chi può ancora migliorare: troppi gli alti e bassi di Musso
Atalanta 16 Dicembre 2021 ore 09:30

di Fabio Gennari

Come ogni squadra, anche l'Atalanta terza in classifica a due giornate dalla fine del girone di andata può migliorare in tutti i reparti. Prestazioni alla mano, in campionato più che in Champions League, dove il ragazzo è stato spesso decisivo e premiato tra i migliori in campo, il rendimento di Juan Musso è uno di quelli che sicuramente non ha ancora convinto fino in fondo. Intendiamoci, le doti non gli mancano di certo e tra i pali il numero 1 argentino è un portento, ma ci sono state sbavature evitabili e che, se eliminate, potrebbero permettere alla Dea di crescere ulteriormente.

Musso è molto bravo quando si tratta di intervenire tra i pali e in contesti in cui la pressione della partita e dello stadio lo mettono a dura prova. A volte, però, si sono viste delle disattenzioni e degli errori che hanno lasciato la sensazione di come con un pizzico di attenzione in più o maggiore reattività si sarebbero potute evitare reti facilmente evitabili. A Empoli, in casa con il Milan, nel finale con l'Udinese e a Verona si sono visti gol degli avversari che si sarebbero potuti tranquillamente evitare.

Attenzione, il ragazzo è stato valutato e pagato 20 milioni di euro e questo può in qualche modo condizionare i giudizi. L'assunto è: da un portiere pagato tanto ci si aspetta un rendimento di alto valore. Di certo questa cosa è vera, ma in campo non scendono i milioni che sono stati spesi, bensì un ragazzo che di piede, nelle uscite e in tanti piccoli dettagli sembra avere grandi margini di crescita e che dunque lascia grande fiducia per il futuro. La squadra, in questo momento, vince tanto e subisce meno del passato (i gol presi sono 20, come nel campionato 2016/17) pur segnando di più: con un Musso ancora più costante e decisivo si potrebbe davvero sognare in grande.