Menu
Cerca
Due anti-personaggi

In silenzio, dietro le quinte: la strana vita “sportiva” di de Roon e Freuler, gli insostituibili

Quando scendono in campo, per valutare al meglio la loro prova è necessario osservare la partita dallo stadio: in tv si vede poco o nulla

In silenzio, dietro le quinte: la strana vita “sportiva” di de Roon e Freuler, gli insostituibili
Atalanta 28 Dicembre 2020 ore 23:25

di Fabio Gennari

Nelle classifiche che ciclicamente vengono proposte, i loro nomi non ci sono mai. Gol, assist, passaggi vincenti. Nulla di tutto questo. Eppure Marten de Roon e Remo Freuler sono due colonne portanti dell’Atalanta di Gasperini. Quando ci sono, la squadra gira e fa bene; quando mancano, la differenza si nota subito e chi segue la Dea ogni giorno si rende immediatamente conto che la partita sarà diversa. Non più difficile, non più semplice. Diversa.

Il loro campo di battaglia sono chilometri percorsi, recuperi e diagonali. Freuler nella passata stagione ha anche dovuto risalire le gerarchie quando Pasalic veniva spesso scelto al suo posto da Gasperini ma la forza, mentale prima ancora che fisica, dello svizzero è stata decisiva. Oggi, de Roon e Freuler, sono due dei leader silenziosi dello spogliatoio atalantino e nella considerazione dei tifosi sono davvero ai massimi livelli. Gasperini non ci rinuncia praticamente mai e anche pensare a un semplice “vice” per loro diventa davvero complicato.