Mister a processo

Insulti a un ispettore, il Tribunale Antidoping fissa per il 27 settembre l'udienza del Gasp

A fine mese, il tecnico dovrà rispondere alle accuse di insulti a un funzionario in occasione di un controllo del 7 febbraio scorso

Insulti a un ispettore, il Tribunale Antidoping fissa per il 27 settembre l'udienza del Gasp
Atalanta 31 Agosto 2021 ore 08:24

di Fabio Gennari

Il tecnico nerazzurro Gian Piero Gasperini comparirà in udienza il prossimo 27 settembre (ore 14.15) per difendersi dalle accuse di aver insultato e mancato di rispetto (senza interrompere nessuna procedura) un ispettore antidoping durante un normale controllo lo scorso 7 febbraio, all'indomani del pareggio per 3-3 contro il Torino. La prima udienza si è tenuta il 10 maggio, ma per un vizio di forma tutto è stato rinviato salvando così il finale di stagione del tecnico, che ha potuto allenare e andare in panchina sia in campionato che nella sfida di Coppa Italia persa a Reggio Emilia con la Juventus.

Ma cosa era successo a Zingonia? Al campo di allenamento dell'Atalanta si era presentato un ispettore di Nado Italia per un controllo antidoping  "out of competion", ovvero a sorpresa, su quattro calciatori. I test sono risultati tutti negativi, ma il comportamento di Gasperini aveva indotto il procuratore Laviani a contestargli l'infrazione, proponendogli un patteggiamento (per la violazione dell'art.3 comma 3 del codice antidoping di Nado Italia il tecnico rischia fino a sei mesi di squalifica) per una sanzione di dieci giorni di stop: Gasperini non aveva accettato il patteggiamento.

Ora che il nuovo termine è stato fissato sarà importante capire quali saranno le richieste della Procura Antidoping, per questo tipo di infrazioni si può arrivare fino a un massimo di 6 mesi di inibizione ma la prima proposta di patteggiamento (10 giorni), la successiva richiesta poi stralciata dal rinvio (20 giorni) e il fatto che altri casi simili hanno portato spesso a delle multe più che a sospensioni vere e proprie, lasciano pensare che per il mister della Dea potrebbero esserci strascichi abbastanza ridotti. In quei giorni, il tecnico sarà alle prese con la preparazione dell'esordio casalingo in Champions contro lo Young Boys.