Atalanta
Xavier Jacobelli

Irriconoscibile, svagata, arruffona: urge rimettere la squadra in carreggiata

Irriconoscibile, svagata, arruffona: urge rimettere la squadra in carreggiata
Atalanta 20 Gennaio 2020 ore 22:55

di Xavier Jacobelli

La più brutta Atalanta della stagione ha fragorosamente perso in casa contro la Spal che, grazie al clamoroso colpo di Bergamo, da stasera non è più ultima in classifica. Pessima la prova della Dea, irriconoscibile, svagata e arruffona. Micidiale la legge dell’ex: Petagna è al quarto gol contro i nerazzurri da quando non gioca più con loro e Berisha ogni volta para sempre meglio; chirurgica l’esecuzione di Valoti, ex Albinoleffe che ha castigato Sportiello con una rete d’autore.

Decisamente, Gasperini è dotato di antenne sensibili: aveva captato la stanchezza della squadra, aveva recepito i segnali negativi lanciati dagli allenamenti della settimana e tramutatisi in una prova scialba e inconcludente. Forse, anche per questo, il tecnico ha mandato comunque in campo Gomez dall’inizio, nonostante la caviglia in disordine: Gasp confidava in un guizzo del Capitano.

È andata male. Succede, può succedere quando si è abituati troppo bene da un’Atalanta che ha portato a cinquanta i gol segnati in venti partite grazie al tacco di Ilicic. La magia dello sloveno sembrava foriera di un nuovo show, ma la Spal ha fatto mirabilie; ha mostrato coraggio, organizzazione tattica e condizione atletica certamente non meritevoli di stazionare in zona retrocessione; ha nettamente meritato il successo. Se gli uomini di Semplici giocheranno sempre come a Bergamo, si salveranno di sicuro.

In cinque giorni, l’Atalanta è stata sconfitta dalla Fiorentina ed eliminata dalla Coppa Italia; è stata battuta dalla Spal ed è scivolata al quinto posto, lasciando il quarto alla Roma. Adesso, l’importante è rialzare subito la testa, analizzare con calma le cause del brutto ko con i ferraresi, ripartire sabato sera a Torino.

La Spal si era presentata a Bergamo con soli 4 punti conquistati in trasferta: ne ha presi tre pesantissimi. Per la Dea nulla è compromesso dalle due sbandate consecutive, ma urge si rimetta in carreggiata. Gasperini sa come si fa.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter