La corsa salvezza della Dea Il punto alla ripresa della A

La corsa salvezza della Dea Il punto alla ripresa della A
10 Ottobre 2016 ore 09:48

Archiviata la domenica di sosta, il campionato di Serie A ricomincerà nel prossimo fine settimana con le gare dell’ottava giornata. Da domenica 16 ottobre a domenica 6 novembre si giocheranno 5 giornate. Prima della prossima sosta prevista per domenica 13 novembre, la Dea avrà la possibilità di accorciare ancora notevolmente verso quella fatidica quota 20 che, secondo gli addetti ai lavori, rappresenta la soglia di tranquillità al giro di boa natalizio. Senza fare tabelle, analizziamo gli impegni che attendono i nerazzurri e quelli delle dirette concorrenti con l’obiettivo di capire quali forze scenderanno in campo e quali ostacoli dovranno affrontare i bergamaschi.

 

marl1611-1-1024x682

 

Due big, due pari grado e la favola Sassuolo. I cinque impegni dei nerazzurri sono abbastanza ben distribuiti tra gare complicate e impegni da considerare alla portata. Domenica prossima (ore 12.30) la Dea farà visita ad una Fiorentina che, complice la gara da recuperare con il Genoa, si trova addirittura dietro ai nerazzurri con un bottino di soli 8 punti in classifica. Domenica 23 ottobre si torna a giocare a Bergamo (ore 15) e dopo il Napoli battuto nell’ultimo turno sarà la volta dell’Inter di capitan Icardi. Indipendentemente dal risultato, Gasperini non avrà molto tempo per ragionare visto che mercoledì 26 ottobre si giocherà ancora: alle 20.45, sul campo dello stadio Adriatico di Pescara, Gomez e compagni giocheranno contro i biancoazzurri abruzzesi con l’obiettivo di ripetere la sontuosa vittoria ottenuta nello stesso stadio contro il Crotone. Domenica 30 ottobre, invece, secondo lunch match per i bergamaschi che alle 12.30 affronteranno il Genoa di Juric per un incrocio di ricordi decisamente tosto per il mister di Grugliasco. Il mini-ciclo di cinque partite si concluderà domenica 6 novembre a Reggio Emilia contro il Sassuolo: sul campo dei neroverdi spesso la squadra atalantina ha fatto fatica ma l’ultimo precedente lascia ben sperare. Nel passato campionato, il 2-2 maturò grazie alla doppietta di Pinilla e nel finale un errore di Maxi Moralez fece sì che l’impresa venne soltanto sfiorata. Fiorentina, Inter, Pescara, Genoa e Sassuolo, tre gare in trasferta e due in casa per un ciclo difficile ma non impossibile.

 

21-2-768x902

 

Gli impegni di chi segue. A quota 9 punti l’Atalanta è a pari del Sassuolo del tecnico Di Francesco e ad un solo punto dalla coppia Cagliari e Bologna (10 punti). Ignorando la Fiorentina, probabilmente solo di passaggio nella parte destra della classifica, guardiamo gli impegni delle avversarie e diciamo subito che il Crotone (fermo a quota 1) corre il grosso rischio di staccarsi nettamente dalle altre mentre Empoli, Pescara e Palermo hanno più di una occasione per restare a galla.

Cagliari e Bologna (10 punti). I sardi alla ripresa faranno visita all’Inter mentre per il Bologna è in programma la trasferta a Roma con la Lazio, domenica 22 ottobre sono in programma Cagliari-Fiorentina e Bologna-Sassuolo mentre nel turno infrasettimanale si giocheranno Lazio-Cagliari e Chievo-Bologna. Sabato 29 ottobre il Bologna affronterà in anticipo la Fiorentina al Dall’Ara, il Cagliari giocherà in posticipo con il Palermo mentre nella prima domenica di novembre la squadra di Rastelli farà visita al Torino e quella di Donadoni alla Roma.

Sassuolo (9 punti). I neroverdi stanno disputando un ottimo avvio di stagione, tra campionato ed Europa League le soddisfazioni non mancano e se non fosse stato per un errore burocratico nel tesseramento di Ragusa, la classifica sarebbe migliore vista la vittoria sul campo (poi ribaltata a tavolino) con il Pescara. Alla ripresa è in programma Sassuolo-Crotone, domenica 23 ottobre il sodalizio neroverde sarà di scena a Bologna ma tre giorni prima (giovedì 20) è in calendario l’impegno di Vienna in Europa League. Nel turno infrasettimanale di mercoledì 26 si giocherà Sassuolo-Roma, domenica 30 ottobre Lazio-Sassuolo mentre prima di Sassuolo-Atalanta del 6 novembre, ecco il ritorno a Reggio Emilia con il Rapid Vienna giovedì 3 novembre.

 

sampdoria-atalanta-5

 

Sampdoria e Udinese (7 punti). Destini diversi ma problemi simili per liguri e friulani. Il nuovo tecnico bianconero Del Neri sarà subito di scena allo Juventus Stadium mentre i blucerchiati giocheranno a Pescara, sabato 22 ottobre toccherà all’Udinese giocare con gli abruzzesi in casa mentre la Samp ha in calendario il derby della Lanterna. Nel turno infrasettimanale che chiuderà il mese, Sampdoria in campo allo Juventus Stadium con i Campioni d’Italia mentre la squadra friulana giocherà in posticipo a Palermo, domenica 30 ottobre si giocherà Sampdoria-Inter, lunedì 31 è il turno di Udinese-Torino, mentre nella prima domenica di novembre ecco Genoa-Udinese e Fiorentina-Sampdoria.

Pescara e Palermo (6 punti). Sul campo, le due squadre appaiate al terz’ultimo posto hanno ottenuto solo una vittoria e nel prossimo ciclo di 5 gare avranno la possibilità di risalire la china con tanti scontri diretti. La formazione di Oddo affronterà in serie Sampdoria, Udinese, Atalanta, Milan ed Empoli, quattro su cinque sono partite che valgono doppio e il futuro passa da qui. Il Palermo di De Zerbi dovrà affrontare Torino, Roma, Udinese, Cagliari e Milan ma avrà il grande vantaggio di giocare quasi sempre per ultima conoscendo quindi i risultati delle avversarie dirette per la salvezza.

Empoli (4 punti). La squadra di Martuscello ha un bisogno disperato di punti per restare agganciata al gruppone delle altre. Dopo la brutta sconfitta con la Juve, i toscani alla ripresa andranno in casa del Genoa mentre la domenica successiva ospiteranno il sorprendente Chievo di Maran. Nel turno infrasettimanale, partita proibitiva a Napoli così come la domenica successiva (30 ottobre) al Castellani con la Roma. Lo scontro diretto con il Pescara di domenica 6 novembre alle 12.30 appare come uno snodo cruciale, si giocherà in Abruzzo e una sconfitta potrebbe davvero essere pesantissima.

Crotone (1 punto). La squadra di Nicola, numeri alla mano, è già quasi disperata. Soli 5 gol fatti, 11 subiti e nessuna vittoria sono il biglietto da visita di una compagine che affronterà in serie Sassuolo, Napoli (finalmente allo Scida), Fiorentina, Chievo e Inter. In Calabria Nicola potrà contare sul supporto dei tifosi solo in due occasioni (Napoli e Chievo) mentre le trasferte sono decisamente difficili: se non arrivassero almeno un paio di vittorie, la stagione degli squali rossoblù sarebbe segnata quasi irreparabilmente già ad inizio novembre.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia