Atalanta
Che bagarre!

La Fiorentina ha perso, al Gewiss Stadium passa l'ennesimo treno per l'Europa

Si infiamma la lotta per un posto in Europa, con la Viola in caduta libera e una Dea che prova a sorprendere tutte cercando il sorpasso

La Fiorentina ha perso, al Gewiss Stadium passa l'ennesimo treno per l'Europa
Atalanta 02 Maggio 2022 ore 08:45

di Fabio Gennari

Gli occhi del popolo atalantino, tra una costina e una salamella della grigliatona del Primo Maggio, erano tutti su San Siro. Il Milan nel finale ha battuto la Fiorentina per 1-0, i toscani hanno perso le ultime tre partite di campionato e ora c'è l'ennesima possibilità per l'Atalanta di operare il sorpasso. Per farlo, bisogna battere la Salernitana. Nicola per la sfida di Bergamo non ha convocato Ribery ma ciò che pesa davvero sono gli incroci delle altre squadre. Sia tra loro che con chi lotta per altri obiettivi.

L'Atalanta deve battere la Salernitana, i campani sono alla prima partita di una settimana che prevede tre impegni: stasera a Bergamo con l'Atalanta, mercoledì e domenica in casa contro Venezia e Cagliari. In coda, i granata si trovano a -3 dal Cagliari con due gare in meno: oltre a quella di Bergamo, la sfida di mercoledì contro i lagunari è pesantissima. Vincendo, la Salernitana aggancerebbe la formazione di Mazzarri alla vigilia dello scontro diretto. Per questo motivo, delle prossime tre sfide forse quella di Bergamo è quella meno "pesante" per gli equilibri salvezza.

La classifica della zona europea, invece, dice Lazio e Roma 59 punti, Fiorentina 56 e Atalanta 55. Detto che tutto passa dalla necessità dei nerazzurri di vincere stasera a Bergamo, nel prossimo turno è in programma un Fiorentina-Roma molto pesante, mentre la Lazio ospita la Sampdoria e l'Atalanta andrà a La Spezia. Nelle ultime giornate, poi, si devono ancora giocare Juventus-Lazio e Fiorentina-Juventus, con la Sampdoria (33 punti) che farà visita alla Lazio e poi riceverà la Fiorentina.

Certo, sarebbe importante che non accadano in questo finale di stagione episodi ai limiti del paranormale come quello di La Spezia. Il gol del 3-4 di Acerbi è infatti viziato da una posizione di fuorigioco netta, non segnalata neppure dagli assistenti Var. Il dubbio, pesante, è che sia stata controllata in modo errato la posizione dell'ultimo difensore. In questo caso, la topica sarebbe incredibile: il portiere Provedel era più avanti dei suoi compagni e quindi bisognava controllare il penultimo difensore per capire come il gol di Acerbi, irregolare, andava annullato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter