L’Atalanta fa quasi sempre gol (e con un sacco di giocatori)

L’Atalanta fa quasi sempre gol (e con un sacco di giocatori)
Atalanta 03 Maggio 2018 ore 09:18

L’Atalanta fa sempre gol. Sembra incredibile se si considera che parliamo di una squadra che ha il più forte attaccante di manovra del campionato che però è fermo a quota quattro gol in Serie A, eppure c’è un dato che deve far riflettere e deve spingere tutti con grande fiducia verso il finale di stagione: questa squadra, fino a oggi, ha fatto gol in 40 partite su 47 ufficiali. E i marcatori, tra tutte le competizioni, sono addirittura sedici.

 

 

Serie A: 30 partite su 35 con la Dea in gol. Il dato più incredibile riguarda il rendimento in Serie A. L’Atalanta finora ha mancato il bersaglio solo contro Roma e Inter all’andata e con Napoli, Inter e Juventus al ritorno. La formazione di Spalletti è dunque l’unica a non aver lasciato nemmeno la gioia di un gol a quella di Gasperini, mentre per il resto la percentuale di gare in cui la Dea ha fatto gol è di quasi dell’86 per cento: solo chi sogna e ambisce all’Europa riesce a produrre un gioco che vale almeno un gol fatto in 8,6 partite su 10. La media realizzativa è di 1,57 gol a partita (55 reti in 35 giornate) e siamo appena sotto quella della stagione scorsa, quando la squadra di Gasperini segnava 1,6 reti a gara: parliamo di un torneo in cui la formazione nerazzurra ha fatto 72 punti, record assoluto di sempre in A. Tale produzione offensiva arriva grazie ai tiri verso la porta (420 in 35 partite, dodici a gara) e alle occasioni da gol create (322 in 35 partite, 9,2 a gara); a questo si aggiunge anche una tenuta difensiva da urlo visto che parliamo della quinta difesa del campionato (36 gol subiti), che ha concesso agli avversari 120 tiri in meno e 122 occasioni da gol in meno rispetto ai propri dati.

Filotto Europa League: eliminati con 17 gol fatti. Per quanto riguarda l’Europa League, i dati a disposizione non sono così precisi come quelli del campionato, eppure analizzandoli traspare come nelle otto partite disputate (le sei del girone più le due contro il Borussia Dortmund) l’Atalanta abbia fatto qualcosa di veramente grande: presentarsi in Europa 26 anni dopo e mettere a segno oltre due gol a partita di media significa aver giocato a viso aperto, con la voglia di onorare il campo e senza mai tirarsi indietro. In casa (Everton e Apollon Limassol) o in trasferta (Everton e Dortmund) l’Atalanta è pure riuscita in diverse occasioni a regalarsi ben più di una marcatura. Se il 5-1 rifilato agli inglesi rappresenta il record di reti per una squadra italiana in terra d’Albione, la doppietta di Ilicic al Signal Iduna Park di Dortmund rappresenta forse il punto più alto a livello emozionale per una squadra che ormai ha dimostrato a più livelli di andare a giocare contro tutte le avversarie a testa alta e senza nessun timore reverenziale. In generale, le sfide di Europa League sono spesso caratterizzate da molti gol, ma se li segnano Arsenal, Zenit, Lazio o Napoli è un conto, mentre per la piccola grande Atalanta si tratta di una bellissima novità.

 

 

Coppa Italia, fermi al palo con la Juve. I rimpianti maggiori arrivano però dalla doppia sfida con la Juventus in Coppa Italia. Dopo aver regolato il Sassuolo in casa e il Napoli in trasferta, l’Atalanta si è regalata la gara sui 180′ minuti contro i Campioni d’Italia in semifinale: l’1-0 dell’andata è stato condizionato dal rigore fallito dal Papu nel primo tempo (parata di Buffon, sarebbe stato l’1-1), mentre a Torino la Juve ha vinto 1-0 grazie a un contestato rigore di Pjanic. Pochi minuti prima, però, era stato il solito Gomez a sfiorare il vantaggio con un tiro dalla lunga distanza finito sul palo. Quel doppio zero alla voce gol segnati fa della Juventus l’unica squadra che sulla doppia sfida non ha subito gol dalla Dea. Come precisato, però, parliamo solo della Coppa Italia e non del campionato, perché a Bergamo è finita 2-2. In vista delle ultime tre giornate di campionato, tanta abbondanza in attacco è sicuramente da sottolineare nella speranza che i prossimi gol siano tanto ben distribuiti quanto decisivi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli