Fine carriera

Le meteore del Gasp: Guglielmo Stendardo, giusto mezza partita a Firenze

Il difensore campano ha incrociato il mister a 35 anni suonati e ha trovato davvero pochissimo spazio

Le meteore del Gasp: Guglielmo Stendardo, giusto mezza partita a Firenze
23 Maggio 2020 ore 00:01

di Fabio Gennari

Con il tecnico Gasperini ha giocato soltanto una volta: era l’ottobre del 2016, dopo il primo tempo Mattia Caldara dovette lasciare il campo e toccò a lui difendere il risultato e portare a Bergamo, insieme ai compagni, un pareggio a reti bianche molto prezioso. Guglielmo Stendardo, classe 1981, non ha avuto praticamente spazio col Gasp, anche e soprattutto perché i due si sono trovati quando “l’avvocato” era ormai a fine carriera.

Arrivato a Bergamo quando era PierPaolo Marino il punto di riferimento del mercato, Stendardo per caratteristiche tecniche e di gioco non poteva essere un cardine tattico di Gasperini. Dopo il suo passaggio al Pescara (gennaio 2017) l’esperienza nel calcio che conta di Stendardo è durata ancora pochi mesi. Attualmente è docente alla Luiss e gioca in una squadra che milita nei dilettanti del Lazio. Avvocato e opinionista Rai, le possibilità di rivederlo in tv non mancano.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia