Atalanta
Altra goleada

L'onda anomala Atalanta s'abbatte sul Venezia: 4-0 con un Pasalic sontuoso

Dopo il 5-2 allo Spezia, i nerazzurri superano anche i lagunari con un punteggio largo (quattro gol e un palo) e Gasp risparmia parecchi giocatori

L'onda anomala Atalanta s'abbatte sul Venezia: 4-0 con un Pasalic sontuoso
Atalanta Bergamo, 30 Novembre 2021 ore 20:22

di Fabio Gennari

Autoritaria, completa, forte e consapevole della sua forza. Nonostante 7 cambi rispetto alla sfida di Torino, l’Atalanta strapazza il Venezia per 4-0 e sale a 31 punti in classifica dopo 15 giornate. Il record di 36 della passata stagione a fine andata è ormai nel mirino. Contro i lagunari il mattatore è Pasalic (tripletta, la seconda con la Dea in A dopo quella di un paio di stagioni fa scorso contro il Brescia), gol anche per Koopmeiners (il primo in Italia) e marcatura sfiorata per Muriel che nella ripresa colpisce il palo. Bella prestazione corale dei bergamaschi che sabato a Napoli cercheranno un’altra grandissima impresa.

Dopo un destro di Busio (Venezia) che costringe Musso alla deviazione in angolo, l’Atalanta spacca subito lo 0-0 grazie a Pasalic che al 7’ e al 12’ segna una doppietta di pregevole fattura su assist prima di Ilicic e poi di Muriel e indirizza la gara sui binari migliori. Tutto il resto del primo tempo è un esercizio di gestione da parte degli orobici, al 21’ Henry prova ad accorciare le distanze (bravo Musso) ma fino al riposo non succede più nulla e sono più i nerazzurri ad andare vicini al tris che il Venezia al gol che potrebbe riaprire la gara.

Nella ripresa lo spartito della contesa non cambia, l’Atalanta colpisce un palo (Muriel) e segna altri due gol (Koopmeiners e ancora Pasalic) chiudendo la sfida con altri cambi (dentro Piccoli, Miranchuk e Scalvini) che permettono di conquistare il quarto successo consecutivo senza costringere nessuno dei titolarissimi più impiegati nelle ultime settimane a fare gli straordinari. Ad eccezione di de Roon, infatti, Gasperini riesce a risparmiare quasi tutti i giocatori scesi in campo a Berna e Torino conquistando comunque una vittoria importante che permette alla Dea di mantenere (almeno) il quarto posto in classifica.

Atalanta – Venezia 4-0

Reti: 7’, 13’ e 67’ Pasalic (A), 57’ Koopmeiners(A)

Atalanta (3-4-1-2): Musso, Djimsiti (90’ Toloi), Demiral (77’ Scalvini), Palomino, Hateboer, Koopmeiners, Pessina (62’ de Roon), Pezzella, Pasalic, Ilicic (77’ Miranchuk), Muriel (77’ Piccoli). All. Gasperini

Venezia (4-3-2-1): Romero, Mazzocchi (46’ Crnigoj), Caldara, Ceccaroni, Haps (71’ Schnegg), Ampadu, Tessmann, Busio (58’ Peretz), Kiyine (58’ Aramu), Henry, Johnsen (71’ Svoboda). All. Zanetti

Arbitro: Santoro di Messina

Ammoniti: 81’ Ampadu (V)