l'annuncio

L’ex Tribuna Ubi si chiamerà “Tribuna Rinascimento”. Intesa Sanpaolo sponsor dell’Atalanta

Sottoscritto un accordo che vedrà la banca ricoprire il ruolo di sponsor e “banking partner” della società nerazzurra, oltre ad essere main sponsor di tutte le squadre del settore giovanile

L’ex Tribuna Ubi si chiamerà “Tribuna Rinascimento”. Intesa Sanpaolo sponsor dell’Atalanta
Bergamo, 10 Agosto 2020 ore 17:40

La storica Tribuna Ubi, demolita nei giorni scorsi per fare spazio al nuovo settore dell’impianto di proprietà neroazzurra, cambia nome: si chiamerà “Tribuna Rinascimento”. Un nome scelto non a caso, bensì per dare continuità al programma varato da Intesa Sanpaolo insieme a Palazzo Frizzoni per supportare le micro e piccole imprese, gli esercizi commerciali e artigianali, le start-up e le organizzazioni del terzo settore della città che, a causa dell’emergenza Covid, realizzeranno progetti di adeguamento, innovazione e riorganizzazione della propria attività.

3 foto Sfoglia la gallery

Intesa Sanpaolo e l’Atalanta hanno annunciato oggi (lunedì 10 agosto) un accordo di partnership che vedrà la banca ricoprire il ruolo di sponsor e “banking partner” della società calcistica bergamasca. Intesa Sanpaolo sarà quindi al fianco della Prima squadra (che si appresta ad affrontare i quarti di finale di Champions League dopo aver chiuso un campionato di Serie A da record), legando inoltre il suo nome in qualità di main sponsor alle squadre del settore giovanile.

«Stringere una partnership con il maggiore gruppo bancario italiano, nonché uno dei principali dell’area Euro, non può che renderci orgogliosi – ha sottolineato l’amministratore delegato di Atalanta B.C. Luca Percassi -. Un accordo così importante, in un momento difficile come quello che stiamo vivendo a livello mondiale, conferma e rafforza la volontà della nostra società di voler continuare il suo percorso di crescita. Completare il progetto di riqualificazione del Gewiss Stadium significa non soltanto offrire ai nostri tifosi una struttura più comoda e moderna, ma restituire a Bergamo e ai bergamaschi un’area interamente riqualificata, più vivibile e a dimensione di famiglia».

 

Inoltre, Intesa Sanpaolo, assieme all’Istituto per il Credito Sportivo (principale finanziatore degli impianti sportivi italiani), ha sottoscritto un finanziamento del valore di 40 milioni di euro dedicato al progetto di ristrutturazione dello stadio cittadino. Il progetto, avviato dalla società sportiva nerazzurra e dal Comune di Bergamo, vuole restituire alla città un’infrastruttura strategica e allo stesso tempo uno spazio nuovo, inclusivo e sostenibile, in grado di ospitare attività sportive ma anche servizi commerciali e iniziative culturali.

Con la realizzazione di questo nuova infrastruttura, Bergamo porta il suo esempio di orgoglio italiano in Europa, aumentando la capienza dello stadio e la qualità dei servizi offerti. Il completamento degli interventi è previsto per la fine del 2021 con la riqualificazione della Curva Sud Morosini, la realizzazione di un parcheggio interrato da 285 posti auto e ulteriori opere di urbanizzazione.

«Siamo davvero orgogliosi di presentare oggi questo accordo, così da contribuire fattivamente ad un progetto che consentirà, tra l’altro, all’Atalanta Calcio e a Bergamo di giocare e vincere in uno stadio all’avanguardia, più funzionale, più grande, da mostrare con orgoglio in Europa – ha evidenziato Gaetano Miccichè, nuovo consigliere delegato e direttore generale di UBI Banca, dopo il successo dell’Opas -. La partnership vuole essere un segnale tangibile dell’impegno della nuova realtà che sta nascendo dall’integrazione tra Intesa Sanpaolo e Ubi Banca per i propri territori di riferimento, che fa della presenza accanto alle imprese, alle famiglie, ai propri dipendenti e ai propri azionisti il punto di forza del nostro Gruppo bancario».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia