Solo Malinovskyi tiene il livello La difesa e il Papu fanno acqua

Solo Malinovskyi tiene il livello La difesa e il Papu fanno acqua
22 Ottobre 2019 ore 23:45

Malinovskyi il più bravo di tutti, con lui Gosens e Freuler sugli scudi mentre in difesa più di un problema per tutti e tre i protagonisti. Visto il risultato le pagelle sembrano facili, ma in realtà non è affatto così: dal campo, la sensazione è che l’Atalanta abbia fatto una figura molto migliore rispetto al pesante passivo subito.

Gollini 5,5: primo grande intervento al 24’ su Aguero e palla in angolo, la palla gli passa tra le gambe quando il centravanti del City scappa alle spalle di Djimsiti e insacca il pareggio e nemmeno sul rigore può intervenire. A inizio ripresa è bravo su De Bruyne (55’), di lì a poco purtroppo inizia lo show di Sterling che ne segna 3 e anche se sul 5-1 forse poteva uscire prima. La prestazione è salva grazie ad alcuni ottimi interventi.

Toloi 5: serata complicata. Nel primo tempo Sterling partendo dalla sua parte trova l’assist del pareggio e lo spunto del rigore. Nella ripresa il numero 7 del City è indemoniato e il brasiliano ne esce con le ossa rotte. Si sapeva che sarebbe stato difficile, è andata esattamente così.

Djimsiti 5,5: al 34’ perde il contatto visivo con Aguero che lo fulmina su assist di Sterling, come tutta la difesa va in difficoltà quando l’avversario alza i giri del motore e il ritmo per un concetto molto semplice: se gli altri sono più forti, spesso perdi.

Masiello 5,5: buon primo tempo in fase di copertura chiuso da una giocata che punisce troppo la Dea: cerca l’intervento in spaccata su Sterling, ma non trova la palla e l’incrocio con l’avversario causa il penalty. (46’ Pasalic 6: entra bene anche se nella ripresa la Dea subisce la goleada, in avanti si vede al tiro come quando impegna Ederson di testa.

 

 

Castagne 6: prima grande occasione al 12’ su cross di Gosens alta di un soffio, Sterling si inserisce spesso nella zona di destra, ma lui ha poche colpe anche se in avanti si vede pochino.

De Roon 6: prima in mezzo al campo e poi a fare la spola con la difesa, vale il discorso fatto per tanti compagni che avevano l’onere di difendere: problemi, problemi ovunque.

Freuler 6,5: prestazione molto buona, nella ripresa trova il gol (che viene annullato) e anche nel finale è lui a calciare verso Ederson la palla che poteva valere il 5-2. Non sfigura nonostante il pesante risultato.

Gosens 6,5: grande avvio di gara, assist perfetto per Castagne al 12’ che sfila alto di un soffio e complessivamente si conferma in palla in un periodo in cui la squadra gioca anche molto bene. Tiene il campo anche nella ripresa senza grandi problemi e sempre con grande propositività.

 

 

Gomez 4,5: nell’ottimo primo tempo dei nerazzurri è l’unico a non convincere: non tiene quasi mai la palla, non crea pericoli e anche in fase di ripartenza si vede molto poco. Esce all’intervallo sul 2-1. (46’ Muriel 5,5: prova a scappare spesso in profondità, cerca la porta su punizione ma non è troppo incisivo).

Malinovskyi 6,5: il migliore della Dea. Apertura da campione al 12’ su Gosens, segna su rigore il gol del vantaggio dopo una grande apertura per Ilicic (28’) e anche nella ripresa si fa vedere con buona continuità: i due gialli di Foden arrivano per falli su di lui.

Ilicic 6: prende il rigore nel primo tempo, nella ripresa è lui protagonista al tiro un paio di volte anche se in qualche circostanza fa la scelta sbagliata per il compagno. In crescita anche senza incantare, a questa Dea serve il miglior Ilicic.

All. Gasperini 6,5: presenta una squadra gagliarda e combattiva, se la gioca a viso aperto e perde perché gli altri sono più forti. Se ti difendi probabilmente incassi meno gol, l’Atalanta non cambia filosofia e anche per questo merita un applauso.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia