Atalanta
Gara degli ex

Mancini, Ibanez e Cristante: i tre ex atalantini passati da Bergamo che ritroveranno il Gasp

Sono tre i calciatori a disposizione di Mourinho che hanno un passato recente a Bergamo: manca solo Spinazzola

Mancini, Ibanez e Cristante: i tre ex atalantini passati da Bergamo che ritroveranno il Gasp
Atalanta 17 Dicembre 2021 ore 09:35

di Fabio Gennari

Uno è arrivato che faceva fatica a giocare a Pescara, l'altro era stato prelevato dal Perugia dopo un bel campionato di B e l'ultimo, brasiliano dal piede gentile, non lo abbiamo praticamente mai visto a Bergamo, se non per una manciata di minuti (45' in un anno solare) prima di salutarlo in cambio di un'ottima plusvalenza. Nella Roma di Mourinho ci sono tre ragazzi come Cristante, Mancini e Ibanez che a Gasperini devono tanto.

Il centrocampista di scuola Milan oggi è un eclettico mediano che può anche giocare da centrale difensivo. Con il Gasp, tuttavia, Cristante era il "nuovo Kurtic" e faceva da raccordo tra la linea mediana e quella offensiva con le doti di inserimento classiche che oggi riconosciamo a Pasalic e Pessina. Arrivato dal Benfica in prestito dopo una parentesi negativa al Pescara, la Dea lo ha poi venduto alla Roma per una cifra vicina ai 30 milioni, con oltre 25 di plusvalenza.

Mancini è invece cresciuto con Gasperini in modo netto e importante. L'ultima mezza stagione prima del passaggio in giallorosso (estate 2019) non lo ha visto particolarmente brillante, ma anche in questo caso è clamoroso che da un milione di valutazione il ragazzo cresciuto nel vivaio della Fiorentina sia arrivato a toccare i 26-28, bonus compresi.

La situazione più incredibile è però quella che riguarda Ibanez. Arrivato a Bergamo nel gennaio 2019 per 4 milioni dalla Fluminense, nell'anno solare seguente collezionò appena due presenze tra campionato (Atalanta-Sassuolo, che valse l'accesso in Champions League) e Champions League (Shakhtar Donetsk-Atalanta, che regalò ai bergamaschi l'accesso agli ottavi di finale). Passato a gennaio 2020 alla Roma per ben 10 milioni bonus compresi, il classe 1998 ha finalmente avviato realmente la sua carriera italiana.