Atalanta
Pedina preziosa

Mario Pasalic, l'usato super sicuro: sempre presente quando c'è bisogno di dare una mano

Il tecnico Gasperini a Genova lo ha scelto al posto di Ederson, anche con il Milan dovrebbe toccare a lui che si conferma alternativa preziosissima per il gruppo

Mario Pasalic, l'usato super sicuro: sempre presente quando c'è bisogno di dare una mano
Atalanta Bergamo, 19 Agosto 2022 ore 08:26

di Fabio Gennari

Non sono solo i 13 gol in A della passata stagione (14 totali), quelli che lo hanno fatto diventare il miglior marcatore in campionato dell'Atalanta e hanno segnato il suo record personale. Quando si parla di Mario Pasalic, centrocampista croato classe 1995 a Bergamo ormai dal 2018, bisogna valutare duttilità e disponibilità che ogni volta vengono messe a disposizione del gruppo per spiegare quanto Gasperini lo consideri importante. Non parliamo di un ragazzo che ama stare sotto i riflettori, Mario Pasalic parla poco ma in campo il suo contributo è spesso prezioso. E anche a Genova si è visto.

La prestazione al Ferraris è stata positiva, l'assist per il primo gol di Toloi è suo e sul palo di Maehle c'era ancora lui a sfiorare la deviazione da due passi quando Hateboer ha messo al centro. Sostanza, fisico e gol importanti (elencare tutti quelli segnati in Italia e in Europa sarebbe troppo lungo) lo rendono una delle pedine che Gasperini sfrutta spesso, sia dall'inizio che a gara in corso. Senza Ederson, è toccato a lui giocare a supporto delle due punte. Uomo buono per il tridente o per il cuore del centrocampo, il numero 88 della Dea a novembre andrà al Mondiale e anche questo dimostra il suo valore.

Quando si parlava di nuovi innesti nel reparto offensivo, Pasalic e Malinovskyi (al pari di Pessina, ceduto al Monza) erano i nomi un po' a metà tra centrocampo e attacco sulla lista delle possibili partenze. Nei fatti, ma anche nelle dichiarazioni ufficiali, Gasperini sta facendo capire che il croato per lui è un'alternativa molto importante e anche nel commentare la partenza di Freuler il mister ha citato Pasalic come soluzione. Insomma, a ranghi completi il numero 88 nerazzurro non è un titolare fisso ma nei famosi 15-16 giocatori da ruotare di livello molto simile Pasalic è una pedina preziosissima per l'Atalanta.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter