Il migliore in campo è Freuler ma il fenomeno è Gasperini

Il migliore in campo è Freuler ma il fenomeno è Gasperini
02 Gennaio 2018 ore 23:55

Bravissimi tutti, piccola nota di demerito per Berisha che sbaglia completamente l’uscita sul gol del 2-1 di Mertens, ma per il resto applausi scroscianti per tutti. Il migliore in campo è Freuler, ma il fenomeno vero, ancora una volta, è quell’uomo in panchina che risponde al nome di Gian Piero Gasperini.

 

 

Berisha 5,5: primo intervento al 7’ sul sinistro rasoterra di Callejon, al 30’ Zielinski lo grazia da un metro, ma dopo un riposo lungo quasi tutta la ripresa nel finale la combina grossa uscendo malissimo e regalando a Mertens il gol del 2-1. Errore grave ma, fortunatamente, non decisivo.

Toloi 8: perfetto in chiusura per tutto il primo tempo, attento e preciso anche negli sganciamenti offensivi, ormai gioca con una continuità pazzesca per tutta la partita con grande precisione e senza sbavature.

Caldara 7,5: bel salvataggio in scivolata al 10’ su Rog, partecipa anche lui alla grande prestazione difensiva senza mai commettere errori e alla fine è tra i migliori.

Palomino 7,5: Ounas è un cliente complicato perché sguscia da tutte le parti, lui lo controlla senza affanni e qualche volta usa anche il mestiere. Chiude da gladiatore e gli applausi sono tutti per lui, cambia l’avversario, ma è sempre sul pezzo.

 

 

Castagne 7: errore grave al 30’ e per poco Zielinski lo beffa a due passi da Berisha, poco preciso nei tocchi ma sempre molto generoso. In avvio di ripresa insacca il gol del vantaggio e la sua partita cambia completamente. Se trova un po’ di sicurezza diventa un’altra grandissima risorsa.

De Roon 8: suo il primo tiro all’11’ verso la porta di Sepe, complessivamente la prova nel cuore del centrocampo è enorme e prende mezzo voto in meno di Freuler solo perché è meno preciso nei tocchi. Siamo su livelli comunque grandiosi.

Freuler 9: mister mille polmoni e tremila gambe, arriva ovunque per tutto il primo tempo e anche nella ripresa giganteggia contro ogni maglia azzurra che gli capita a tiro. Il migliore in campo tra i nerazzurri.

Gosens 8: intraprendente fin dai primi minuti, offre un bel pallone per Gomez al 32’ che di testa viene stoppato in angolo da Sepe. Nel complesso la sua è una prestazione di ottimo livello. Il pallone del 2-0 nasce dai suoi piedi, tiene fino alla fine senza affanni e a questo punto si candida seriamente per un posto da titolare.

 

 

Cristante 6: un po’ in ombra fino al riposo, anche nella ripresa gira a vuoto e si limita a tenere il campo senza sbavature. Esce nel finale per Ilicic, con la squadra avanti per 1-0. (75’ Ilicic 6,5: finale di gara di grande intelligenza tattica, entra per tenere palla e ci riesce molto bene)

Cornelius 7: inizia molto bene, si muove parecchio e lotta con tutti. Al 33’ prima conclusione di testa alta, ci riprova al 38’ a dentro l’area di rigore e ancora al 67’ con sinistro debole appena dentro l’area. Nell’ultima parte di gara è generosissimo e conquista un paio di punizioni molto importanti. Prezioso. Nel finale viene sostituito da Petagna sv.

Gomez 8: primo squillo al 32’ di testa, non combina molto nella prima frazione, ma è sempre molto partecipe nell’azione offensiva. Bellissimo il gol del raddoppio, segnato da posizione defilata e da attaccante vero. (89’ Haas sv)

 

 

All. Gasperini 10: stanno finendo gli aggettivi. Presenta una squadra con qualche cambio, ma molto, molto intelligente. In vantaggio per 1-0 inserisce Ilicic per Cristante e già questo certifica che è un fenomeno. Se Berisha non combinasse un pasticcio sarebbe un trionfo e invece la squadra chiude “solo” 2-1. Immenso.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia