Ora che Cristante è giallorosso la Dea ragiona su nuovi nomi

Ora che Cristante è giallorosso la Dea ragiona su nuovi nomi
Atalanta 07 Giugno 2018 ore 10:16

Cristante è un nuovo giocatore della Roma. Adesso chi arriva al suo posto? Il passaggio del centrocampista di San Vito al Tagliamento è ormai ufficiale, ma a Bergamo tutti si interrogano su chi possa essere il suo sostituto. Prima di ragionare sui nomi, però, è bene fare un minimo di punto della situazione sotto il profilo tattico, perché non è detto che serva un giocatore offensivo ma piuttosto potrebbe essere più indicato un altro centrocampista centrale.

 

 

30 milioni per Cristante, grande plusvalenza. Il passaggio del centrocampista della Nazionale alla corte di Di Francesco era ormai nell’aria da settimane e la conferma che sia tutto ormai definito è arrivata dal sito ufficiale della Roma che ha pubblicato le immagini di Cristante appena arrivato in città con tanto di sciarpa giallorossa al collo. Complessivamente, l’Atalanta incasserà 5 milioni di euro per il prestito e ulteriori 25 milioni (bonus compresi, l’obbligo scatta alla prima presenza) a partire dal 31 gennaio 2019 per un totale di 30 milioni di euro di valutazione. La plusvalenza netta, per i nerazzurri, è di oltre 25 milioni e anche la formula che è stata studiata è perfetta per non appesantire troppo il bilancio. L’approccio è identico a quello usato per Gagliardini e Kessiè, i bilanci sistemati grazie a queste mosse sono i prossimi due o tre e considerando il panorama del mercato italiano (tutti chiedono grosse cifre ma Verdi, ad esempio, viene valutato meno di Cristante) l’Atalanta ancora una volta piazza una cessione da urlo nei primi giorni di trattative.

Tumminello in corsa, Defrel in stallo. Rispetto a quanto si diceva nei giorni scorsi, la cessione di Cristante è stata impostata senza contropartite tecniche, eppure un giocatore della Roma che potrebbe arrivare a Bergamo c’è. Si tratta del giovane attaccante Marco Tumminello, classe 1998 come Barrow, che nell’ultima stagione ha giocato nel Crotone e su cui l’Atalanta ha messo gli occhi già da un paio di stagioni. Alcune fonti parlano della possibile operazione in prestito con diritto di riscatto, altri ipotizzano anche un controriscatto ma la verità è che tutto va ancora definito. Con il suo ingaggio, l’Atalanta potrebbe anche lasciar partire Cornelius e da questo punto di vista è bene attendere il Mondiale: una eventuale serie di buone prestazioni da parte del centravanti danese potrebbe cambiare le carte in tavola e muovere maggiori interessi rispetto a quelli di Genoa e Bologna. Situazione di forte stallo per quanto riguarda invece Defrel: l’attaccante della Roma per ora vuole restare nella capitale ma non è detto che nelle prossime settimane non ci possa essere qualche cambio di strategia da ambo le parti.

 

 

Il dilemma: Soriano o un centrale forte? Ora che Cristante è andato alla Roma, in casa Atalanta si potrebbe anche virare verso un giocatore diverso. Quando Gasperini ha scelto il centrocampista di San Vito al Tagliamento, spesso il modulo è stato un 3-5-2 con Cristante impegnato a fare l’elastico tra centrocampo e attacco e con Ilicic in panchina. Con Gomez e lo sloveno sempre più decisivi per la squadra e in attesa di capire se il centravanti sarà ancora Petagna oppure Barrow o un altro profilo più importante, sta avanzando l’idea di puntare più su un centrocampista che su un altro uomo offensivo. Soriano sarebbe ideale ma i costi dell’operazione sono molto importanti e in attesa di vedere se qualcosa si sblocca è giusto aprire ad altre opzioni. Nei mesi scorsi si era fatto il nome del centrocampista Battaglia dello Sporting Lisbona, il ragazzo è forte ma la pista è molto complicata e allora non è affatto escluso che si possano essere altri nomi a sorpresa su cui l’Atalanta possa andare. Con de Roon e Freuler certezze assolute e i giovani Pessina e Valzania in rampa di lancio, l’arrivo di un altro centrocampista pronto per la Serie A sarebbe forse più prezioso rispetto a una mezza punta o un esterno come ad esempio Brignola. Stiamo a vedere, nel mercato le situazioni cambiano davvero di ora in ora.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli