Il premio

Panchina d’Oro a mister Gasperini, non poteva che andare così

Le parole di Percassi, del sindaco Gori e dello stesso tecnico nerazzurro dopo il prestigioso riconoscimento ricevuto a Coverciano

Panchina d’Oro a mister Gasperini, non poteva che andare così
03 Febbraio 2020 ore 22:43

di Fabio Gennari

La vittoria del prestigioso premio “Panchina d’Oro”, per Gian Piero Gasperini è la degna e normale conclusione di una votazione fatta dai tecnici per premiare il tecnico più bravo. Da quando lavora a Bergamo, il mister di Grugliasco ha inanellato una serie incredibile di record e risultati che mai nella storia erano stati raggiunti da queste parti; il calcio all’ombra di Città Alta sarà per sempre diviso in quanto è accaduto “prima” e in quanto è accaduto “dopo”. Un sorriso nella storia, un’avventura che non è certamente finita e che ha ancora tantissime pagine emozionanti che devono essere scritte.

Antonio Percassi e Gian Piero Gasperini la sera della presentazione allo stadio dell’Atalanta

Il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi ha affidato al sito ufficiale atalanta.it il suo pensiero per il tecnico dei sogni: «Un premio assolutamente meritato. Gian Piero Gasperini ha ricevuto un riconoscimento prestigioso ed importante anche per il fatto che ad assegnarglielo sono stati i suoi stessi colleghi. Con l’Atalanta ha raggiunto traguardi che probabilmente nessuno avrebbe anche solo osato immaginare. Frutto di grande lavoro, talento, determinazione, caparbietà e tenacia. Complimenti sinceri e di vero cuore a Gian Piero Gasperini, un grandissimo professionista. Un grande abbraccio da parte mia e di tutta la famiglia Atalanta».

Anche il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, ha voluto esprimere tutta la sua gioia per il premio a Gasperini, cittadino onorario di Bergamo: «Il riconoscimento della Panchina d’Oro a Gian Piero Gasperini è ben più che meritato. Se c’è un allenatore che in serie A di per sé rappresenta un evidente valore aggiunto per la squadra che si trova a guidare, quello è senza dubbio Gasperini. La capacità di trarre il meglio da ogni giocatore mi sembra la sua prima qualità. Con lui l’Atalanta è diventata squadra di prima fascia in campionato, abbiamo passato il turno in Champions League e sfiorato la Coppa Italia. La squadra gioca alla grande e credo sia un modello per tanti club, non solo in Italia. Grande merito al presidente Percassi, ma diamo a Gian Piero quel che è di Gian Piero: la Panchina d’Oro è strameritata».

Nel giorno della grande soddisfazione, l’allenatore della Dea è stato anche molto bravo a commentare la prossima sfida in programma al Franchi contro la Fiorentina. Memore delle polemiche seguite alla sfida di Coppa Italia, Gasperini ha voluto subito abbassare i toni confessando che quel giorno si è andati tutti un po’ troppo oltre il limite della normale dialettica da stadio: «È giusto mandare un messaggio: l’ultima volta si è esagerato, me compreso. Dico che da parte mia si riparte da zero e penso solo al campo. Sabato si affronteranno due squadre che giocano bene».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia