Atalanta
Uomini da ritrovare

Per un'Atalanta ancora più forte urge recuperare al meglio anche Maehle e Muriel

L'esterno danese e il centravanti colombiano, per motivi diversi, mancano alla squadra: fondamentale ritrovarli

Per un'Atalanta ancora più forte urge recuperare al meglio anche Maehle e Muriel
Atalanta 24 Settembre 2021 ore 09:45

di Fabio Gennari

Dal punto di vista numerico, i giocatori sono quasi tutti a disposizione del Gasp, ma è innegabile che per alzare ancora il livello del gruppo è necessario recuperare al meglio due pezzi da novanta come Muriel e Maehle. Non parliamo di giocatori dello stesso valore: uno è il miglior marcatore della Dea 2020/21 e l'altro si è distinto per un Europeo giocato davvero su altissimi livelli. Per motivi diversi, in questo inizio di stagione nessuno dei due ha ancora offerto grandi prestazioni e l'ulteriore crescita del gruppo passa anche da loro.

L'esterno danese è già sceso in campo diverse volte, ma in questo momento il titolare è Zappacosta. Maehle non pare in grandi condizioni dal punto di vista fisico, anche se ci mette sempre grande impegno. L'errore commesso in uscita contro la Fiorentina da cui è nato poi il rigore conquistato da Bonaventura è stato ripetuto contro il Sassuolo (per due volte) anche se non sono arrivati grandi pericoli; in fase di spinta si è fatto vedere ma non è ancora ai massimi livelli.

Muriel era partito bene con il gol al Torino, dopo la sfida con il Bologna si è fermato e in attesa di capire quando tornerà disponibile è chiaro che l'Atalanta sta cercando di tenere botta puntando al massimo su Duvan Zapata. Luis Muriel non ha colpe, gli infortuni possono sempre capitare, ma per la Dea la sua mancanza è pesante. I gol sono sempre decisivi e se ti mancano i suoi diventa anche più facile comprendere perché in fase realizzativa si abbassano un po' le medie.

Oltre a Demiral e Koopmeiners, avere al più presto anche Maehle e Muriel tra i top su cui puntare forte sarebbe molto importante, con Pasalic e Ilicic il conto dei titolari di movimento di livello molto vicino tra loro sale a 16 ed è esattamente quello di cui Gasperini ha bisogno per lavorare al meglio. Dopo la sosta di ottobre tutti e due i giocatori attualmente da recuperare saranno in una condizione migliore, siamo solo all'inizio della stagione ma è già fondamentale adesso non perdere terreno in classifica.