Poteva essere una sfilza di 8 Invece così si salvano in pochi

Poteva essere una sfilza di 8 Invece così si salvano in pochi
Atalanta 15 Ottobre 2017 ore 18:04

Potevano essere una sfilza di 8, invece... Non diventano di certo una serie di 5, ma la sensazione dell’incompiuta è molto, molto forte. Nell’Atalanta che gioca bene ma segna poco e perde in casa della Sampdoria, le note positive e quelle negative quasi si sovrappongono: i migliori sono Spinazzola, Freuler e Ilicic, il peggiore de Roon ma mai come questa volta i gol sbagliati condizionano enormemente ogni giudizio.

 

 

Berisha 5,5: pronti via e quasi combina un gran pasticcio rimediando all’ultimo su Quagliarella (2’); al 32’ è bravo in uscita su Zapata e nel finale si ripete su Quagliarella, ma in un paio di occasioni poteva fare di più: Linetty, da quella posizione, non può segnare così facilmente.

Masiello 6: controlla le operazioni per tutto il primo tempo senza nessuna difficoltà, ma dopo i cambi di Giampaolo la Samp aumenta i giri del motore e lui va un po’ in difficoltà, come al 78’, quando sull’assist di Praet per Linetty non riesce a intervenire.

Caldara 6: primo tempo di grandissima sostanza in mezzo alla difesa, finale altrettanto importante ma sul primo gol della Samp è lui ad essere un po’ in ritardo nella copertura su Zapata.

Palomino 6: da quella parte con Zapata sono scintille in ogni contrasto, complessivamente gioca una buonissima partita con picchi verso l’alto nella prima parte e alcuni verso il basso nella seconda parte.

 

 

Hateboer 6: sulla destra ha un’autostrada che nemmeno la A4 nella notte di un giorno feriale. La sfrutta però troppo poco, un po’ perché i compagni lo pescano meno del dovuto e un po’ perché ci si butta poco.

Freuler 6,5: dopo le fatiche con la Svizzera parte benissimo e all’11’ sfiora il vantaggio. Gioca il primo tempo su livelli veramente alti e complessivamente merita un bel voto, solo un po’ limato da alcuni errori in fase di conclusione da evitare.

De Roon 5: sbaglia qualche pallone in fase di appoggio ma nel primo tempo ci mette almeno quantità; in apertura di ripresa Giampaolo gli mette in zona Caprari e lui sbaglia quasi tutto e sul gol del 2-1 dimentica di coprire. Prestazione molto negativa. (61’ Gomez 6: costringe subito Puggioni alla parata, all’80’ e all’81’ ha due ottime occasioni ma la mira non è di quelle giuste. Difficile chiedere di più dopo le fatiche con l’Argentina, ora sarà fondamentale recuperare bene in vista di giovedì).

 

 

Spinazzola 6,5: parte molto bene, al 21’ mette sulla testa di Cristante il gol del vantaggio e complessivamente è tra i migliori in campo. Cala un po’ alla distanza ma rimane sempre nel vivo della manovra.

Cristante 5,5: fallisce una clamorosa occasione al 12’, si riscatta al 21’ con il gol del vantaggio insaccato su cross di Spinazzola ma subito dopo (25’) si mangia il 2-0 su assist di Petagna. Nel secondo tempo cala vistosamente e finisce quasi svuotato: segnasse il cinquanta per cento dei gol che potrebbe fare, sarebbe capocannoniere...

Petagna 6: ottima sponda per Freuler, che all’11’ costringe Puggioni alla parata in tuffo; al 25’ rifinisce bene per Cristante, ma il numero 4 spara sul fondo. (67’ Cornelius 5,5: cerca il gol di testa al 78’ con una bella torsione, all’80’ rifinisce per Gomez che mette alto e anche se l’impatto sulla gara è ottimo quella rete sbagliata da due passi nel finale grida vendetta).

Ilicic 6,5: primo squillo mancino al 10’ con Puggioni che para in tuffo, al 12’ con il tacco serve a Cristante la palla più facile ma il numero 4 spedisce sul fondo. Resta quello più arzillo là davanti, anche nella ripresa, il che non è poco. (73’ Vido 6: entra molto bene nel finale, crea un paio di situazioni interessanti e conferma le buone impressioni. In campionato troverà spazio).

 

 

All. Gasperini 6: mette in campo la squadra molto bene, il primo tempo è uno spot per il bel calcio ma se sbagli tanto poi finisci per pagare dazio. Lui può solo allenarli al meglio ma poi tocca ai giocatori prendere la porta. Mezzo voto in meno per l’applauso con cui reagisce agli insulti gratuiti: mister, hai ragione ma meglio ignorare tutti. Non ne vale la pena.