Giovani promesse

Primavera, 2-2 con l'Inter e quinto posto finale: ora i play-off contro la Roma

I bergamaschi la prossima settimana cercheranno l'assalto delle semifinali scudetto. Il finale di stagione in crescendo dà fiducia

Primavera, 2-2 con l'Inter e quinto posto finale: ora i play-off contro la Roma
Atalanta 17 Giugno 2021 ore 09:00

di Fabio Gennari

Si è chiusa con un 2-2 in rimonta la stagione regolare della formazione Primavera dell'Atalanta. Contro l'Inter, sul campo di Zingonia, una doppietta di Italeng ha regalato alla squadra di Brambilla un buon pareggio che non sposta molto in classifica (52 punti finali, -5 da Sampdoria, Inter e Juventus che hanno chiuso in vetta a 57 con la Roma a 55) ma permette di terminare il girone di ritorno con appena una sconfitta subita in casa contro la Fiorentina. Il quinto posto finale permette alla giovane Dea di accedere alle fasi finali del torneo, che inizieranno martedì 22 giugno sul campo del Sassuolo.

Per provare ad accedere alle semifinali, i nerazzurri avranno bisogno di un successo contro la Roma. I capitolini sono arrivati davanti in campionato e quindi con il pareggio passerebbero, ma i bergamaschi sono in un ottimo momento e l'impresa è tutt'altro che impossibile. L'altro quarto di finale sarà giocato tra Juventus ed Empoli: i toscani hanno superato la Spal proprio all'ultima giornata (vittoria per 3-0) e si sono aggiudicati il sesto posto, ovvero l'ultimo utile per entrare nella pool scudetto.

I giovani nerazzurri, in caso di passaggio del turno, affronteranno la Sampdoria e, al netto del fatto che i bergamaschi sono i detentori del titolo, è importante sottolineare come non ci siano stati contraccolpi nel gruppo nonostante il fisiologico cambio di valori legato all'ingresso in pianta stabile di nuovi ragazzi fino alla classe 2003. Ogni volta che cambiano le "nidiate" sono possibili variazioni di rendimento anche molto significative, mentre con questo non gruppo non è successo.

La punta di diamante della squadra è Cortinovis, grande attenzione la merita anche il centrocampista Gyabuaa, ma sono diversi i giovani atalantini che, grazie anche alle esperienze con le varie selezioni nazionali, arrivano a questo punto della stagione con tante possibilità di ritagliarsi un ruolo da veri protagonisti. Indipendentemente dal risultato finale, l'annata dei ragazzi di Brambilla è ancora una volta da applausi.