Atalanta-Udinese 0-0 Il solito problema del gol

Atalanta-Udinese 0-0 Il solito problema del gol
14 Marzo 2015 ore 10:41

Si è chiusa a reti inviolate Atalanta-Udinese al Comunale. L’Atalanta ha giocato a viso aperto, è cresciuta nel possesso palla, ma non è riuscita a creare occasioni da gol veramente pericolose. La squadra ha giostrato molto meglio nel primo tempo, secondo un copione già visto più volte in questo difficile campionato, Le occasioni per vincere sono state però pochissime. Ad andare più vicino alla rete è stata invece la squadra friulana, che ha colpito un palo nel primo tempo. Buona fra i nerazzurri la prova di Maxi, poi sostituito da Emanuelson, Carmona, espulso a venti minuti dalla fine, e Gomez. Ammoniti Biava e Cigarini. Encomiabile il pubblico che ha sostenuto la squadra bergamasca dal primo all’ultimo minuto.

 

È ora di tornare a vincere. L’Atalanta di Edy Reja affronterà l’Udinese domani al Comunale, per la 27esima giornata del campionato di serie A. La sfida avrà inizio alle ore 15, i nerazzurri sono chiamati al successo dopo quattro sconfitte ed un pareggio sul campo del Parma maturati nel girone di ritorno: dopo il giro di boa, la Dea ha vinto solo contro il Cagliari a Bergamo, e sul terreno amico deve trovare i punti salvezza che ancora le mancano.

Esordio casalingo per Reja. Quella contro l’Udinese sarà la partita di esordio a Bergamo per il nuovo tecnico Edy Reja, che dopo una decina di giorni di lavoro farà conoscenza con il pubblico del Comunale. Ironia della sorte, come successo nella passata stagione, l’Udinese è l’avversaria che la Dea dovrà battere dopo un risultato negativo ottenuto a Parma: nel passato campionato al Tardini i nerazzurri persero 4-3, sette giorni fa è arrivato uno 0-0 molto deludente. Risultati e punti diversi, ma la voglia di ripartire è la stessa della scorsa stagione.

Gli avversari. L’Udinese arriva a Bergamo con 31 punti in classifica ed una gara (contro il Parma) da recuperare. Il bottino, classifica alla mano, garantisce il 12esimo posto in classifica ed è sinonimo di tranquilla salvezza, alla luce dell’impossibilità per i ragazzi di Pozzo a puntare ad un piazzamento europeo. In più, davanti la squadra di Stramaccioni s’affida sempre a Totò Di Natale. Gli anni sono parecchi per il napoletano (a ottobre spegnerà 38 candeline), ma con lui i bianconeri sono sempre sicuri, e i suoi numeri sono in grado di spaventare la Dea. Le presenze totali in carriera con la maglia di un club sono 649 con 292 reti all’attivo, aggiungendo quelle in Nazionale si arriva a quota 701 partite giocate con 303 centri: statistiche mostruose.

E dietro a Di Natale? Dietro a Di Natale, l’Udinese ha tanti giocatori interessanti che spesso vengono scovati negli angoli più sperduti del mondo per poi diventare protagonisti in Italia. Il portiere Karnezis ha scalzato ad inizio stagione l’enfant prodige Scuffet, Allan in mezzo al campo è il classico “sette-polmoni” mentre in difesa è il maliano Wague l’ultima scoperta: classe 1991, ha segnato domenica scorsa contro il Torino il suo primo gol in serie A.

I precedenti. Nei 30 precedenti giocati a Bergamo tra Atalanta e Udinese, il risultato più gettonato è il pareggio che si è verificato ben 14 volte. La Dea ha conquistato il bottino pieno in 10 occasioni, i friulani sono riusciti a strappare la vittoria in sole 6 circostanze e l’auguro di tutti è che anche quest’anno, nella scorsa stagione, decida tutto German Denis. L’attaccante argentino segnò infatti entrambe le reti che valsero il 2-0 del 2013-14, che consegnò ai nerazzurri una vittoria preziosissima.

 

 

L’ultimo pareggio a Bergamo tra le due squadre risale al 22 dicembre del 2012. Nel Christmas Match decisero le reti di Muriel ed del solito German Denis, che trasformò sotto la curva Pisani un calcio di rigore assegnato per fallo di Domizzi su Federico Peluso.

 

 

L’Udinese in serie A non vince a Bergamo dal dicembre del 2006. Al Comunale si giocava la diciassettesima giornata, era mercoledì sera e alla rete di Tissone dopo 46 minuti risposero i friulani con De Martino ed il solito Antonio Di Natale: il gol dell’attaccante campano arrivò proprio allo scadere e per la formazione nerazzurra la beffa fu servita.

Le scelte di Reja. Il tecnico atalantino Edy Reja ha potuto preparare il suo esordio a Bergamo con una settimana piena di lavoro. Zappacosta è ancora ai box, D’Alessandro è squalificato e ci sono gli acciacchi di Benalouane e Pinilla a condizionare le scelte per l’undici di partenza. Le notizie migliori sono arrivata da Maxi Moralez e da Papu Gomez: entrambi gli argentini sono a disposizione e dovrebbero giocare dal primo minuto con Denis in attacco. Il modulo è ancora in dubbio, sembra che tutto dipenda dall’olandese Emanuelson. Il giocatore giovedì è stato fermo per un problema intestinale, venerdì era già rientrato ma bisogna valutare bene le sue condizioni: dovesse farcela, spazio al 4-2-3-1 mentre in caso di forfait la soluzione potrebbe essere il 3-4-3.

Probabili formazioni

Atalanta (4-2-3-1): Sportiello; Masiello, Stendardo, Cherubin, Dramè; Cigarini, Carmona; Maxi, Gomez, Emanulson; Denis. All. Reja

Udinese (3-5-2): Kernezis; Wague, Danilo, Piris; Widmer, Guillherme, Allan, Pinzi, Gabriel Silva; Kone, Di Natale. All. Stramaccioni.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia