Voto alto soltanto a Sportiello Paletta: andava espulso lui?

Voto alto soltanto a Sportiello  Paletta: andava espulso lui?
04 Ottobre 2015 ore 23:37

Sportiello è il migliore, nonostante il 3-0 subito dall’Atalanta a Firenze, e con lui non sfigurano affatto Grassi, Masiello, Cherubin e Denis. Purtroppo per la Dea, di fronte ad una Fiorentina prestigiosa giocano una gara negativa Gomez e Moralez, decisivi (in negativo) nei momenti importanti: il Papu avvia con un errore l’azione che porta a  rigore ed espulsione (di Paletta), Maxi fallisce solo davanti a Tatarusanu il gol del pareggio. Contro tre campioni come Borja Valero, Blaszczykowski e Bernardeschi, soprattutto quando resti  in 10 dopo nemmeno 5 minuti, diventa tutto quasi impossibile.

Sportiello 6,5: il migliore in campo tra gli orobici. Non può nulla sul rigore di Ilicic, all’11’ salva la porta sul destro da fuori di Borja Valero che devia sul palo ma sul 2-0 è impossibile intervenire. Respinge al 27’ una staffilata di Blaszczykowski, si ripete su Alonso al 68’ e nel complesso non sfigura. Nemmeno sul 3-0.

Masiello 6: dalla sua parte Alonso non sfonda quasi mai nel primo tempo, passa centrale a tre nella ripresa e si impegna con buoni risultati, dimostrandosi elemento duttile e tatticamente prezioso.

Toloi 5,5: fatica un po’ a tenere la linea e senza Paletta, dal punto di vista tattico, è ancora più dura. Qualche volta si fa trovare fuori posto, sul 2-0 il pallone di Bernardeschi filtra proprio nella sua zona. Serata complicata.

Paletta sv: pronti, via e viene subito espulso per l’intervento in coppia con Gomez che costa il calcio di rigore per la Fiorentina. Lascia il campo sconsolato, peccato davvero. Prova non giudicabile.

4 foto Sfoglia la gallery

Dramé 5: in occasione del rigore è fuori posizione perché va in sovrapposizione su Gomez che non lo serve e perde malamente palla al centro. Nel complesso, però, non sfigura e tiene fino alla fine, con buona gamba anche in posizione più avanzata.

De Roon 5: parte maluccio, sull’azione del rigore Bernardeschi è solo (Ilicic era marcato da Paletta, l’altro trequartista era suo…) e in occasione del 2-0 è troppo molle su Borja Valero che lo supera con un tunnel. Come al solito è molto generoso, ma stavolta paga a caro prezzo alcune sbavature.  (80’ Carmona sv)

Grassi 6: ottimo avvio, sue le prime buone iniziative e suo anche il pallone recuperato al 25’ da cui nasce la grande occasione di Moralez. E’ tonico e grintoso per tutta la gara, il risultato e la sconfitta penalizzano la sua pagella ma continua ad essere una bella realtà di questa Atalanta

Kurtic sv: la sua partita non inizia nemmeno, l’intervento da rigore di Paletta costa il rosso al centrale ex Milan e per ragioni tattiche tocca subito allo sloveno lasciare spazio a Cherubin. Esce stizzito, peccato perché ci teneva molto a fare bene contro la sua ex-squadra. (6’ Cherubin 6: prima centrale con Toloi e poi nella difesa a tre con Masiello e lo stesso brasiliano, conferma di essere un ottimo cambio e di farsi trovare pronto in ogni occasione).

Moralez 5: buona gara al servizio della squadra, si impegna tanto ma ha la grande colpa di aver fallito il gol del pareggio nell’unica vera occasione del match. Al 25’ Denis lo mette solo davanti a Tatarusanu ma lui calcia addosso al portiere in uscita e l’occasione sfuma. Ripresa da attaccante puro senza nessuno squillo.

Denis 6: lotta come un leone, al 25’ serve un cioccolatino che Maxi spreca malamente. Nel complesso era complicato fare di più con un uomo in meno e contro i tre ottimi difensori centrali della Fiorentina. (46’ D’Alessandro 6: entra benissimo, in almeno tre circostanze crea superiorità sulla fascia e mette al centro palloni interessanti

Gomez 5: in occasione del rigore, episodio decisivo del match, commette un doppio madornale errore. Prima non serve Dramé sulla sinistra buttando il pallone al centro: Borja Valero intercetta e lancia la ripartenza. Poi commette fallo su Blaszczykowski e Massa decide di cacciare Paletta. A partita segnata, non riesce mai a ripartire forse anche per colpa della stanchezza. Meno male che arriva la sosta, il riposo sarà fondamentale per tornare decisivo con il Carpi.

All.Reja 6: perde 3-0 senza nessuna colpa. Pronti via, la squadra resta in 10 e lui prova a riequilibrare le cose con un 4-4-1 molto logico. Maxi fallisce il pareggio e dopo dieci minuti arriva il raddoppio, nella ripresa pass al 3-4-2 ma davanti Gomez e Moralez sono stanchi e non riescono mai ad incidere. Peccato, ma subito testa al Carpi.

Fiorentina: Tatarusanu 6,5, Gonzalo 6, Tomovic 6, Astori 6, Blaszczykowski 8, Borja Valero 6,7 (82’ Mati Fernandez sv), Badelj 6, Alonso 6, Ilicic 6(74’ Verdù 6,5), Bernardeschi 8(66’ Vecino 6), Kalinic 6. All. Sousa 7.

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia