Atalanta
Come sta il capitano

Terzo giorno di fila con Toloi ai box: dovrebbe farcela, ma se non recupera?

Per ora il numero 2 della Dea si allena a parte e spera di recuperare dal problema muscolare accusato prima del Milan

Terzo giorno di fila con Toloi ai box: dovrebbe farcela, ma se non recupera?
Atalanta 09 Ottobre 2021 ore 09:45

di Fabio Gennari

L'Atalanta ha ripreso gli allenamenti mercoledì pomeriggio a Zingonia e per tre giorni consecutivi il difensore italo-brasiliano Rafael Toloi ha lavorato a parte (ieri ha corso). Il numero 2 della Dea è stato costretto a saltare la sfida con il Milan e la convocazione con l'Italia di Mancini a causa di una piccola lesione muscolare al bicipite femorale destro, secondo le indiscrezioni non si tratta di un problema grave e il suo recupero per Empoli è possibile, così come per la trasferta di Manchester contro lo United. Ma di certezze, per ora, non ce ne sono.

Con Demiral, Palomino e Djimsiti a disposizione, la presenza di Toloi darebbe a Gasperini la possibilità di scegliere nel pacchetto completo di difensori finora schierati con più continuità i tre da mandare in campo davanti a Musso (o Sportiello, come già capitato contro la Fiorentina dopo il rientro tardivo dell'argentino dal Sudamerica). Vista l'assenza sugli esterni di Gosens e Hateboer le opzioni a disposizione calano sensibilmente, ma con i due olandesi de Roon e Koopmeiners che possono anche adattarsi dietro, resta sul tavolo l'opzione giovani.

Nella rosa di Gasperini ci sono a ragazzi come Lovato (2000) e Scalvini (2003) che possono ambire ad avere un po' di spazio. Il primo è stato preso in estate dal Verona per una cifra importante (circa 8 milioni di euro, bonus compresi) e finora ha giocato solo 7' minuti sul campo del Torino alla prima giornata. Il secondo è un ragazzo del 2003 che dalla Primavera è stato aggregato ormai stabilmente al gruppo di Gasperini, con lo stesso tecnico che lo ha già definito «il nuovo Bastoni».

Gli impegni della Dea nel blocco di partite programmate tra questa sosta di ottobre e la prossima di metà novembre prevedono il doppio confronto con il Manchester United e la gara contro la Lazio, senza dimenticare Empoli, Udinese (in casa), Sampdoria e Cagliari: sette impegni in venti giorni in cui servirà l'aiuto di tutto il pubblico per provare a restare in corsa per tutti gli obiettivi.