Atalanta
Le pagelle

Pasalic su tutti ma anche Tameze fa vedere ottime cose. Serata no di Caldara

Tanti sorrisi, tutti positivi tranne qualche sbavatura difensiva in avvio che ha fatto arrabbiare il Gasp

Pasalic su tutti ma anche Tameze fa vedere ottime cose. Serata no di Caldara
Atalanta 15 Luglio 2020 ore 00:08

di Fabio Gennari

Tante prestazioni positive, vero che si giocava con una formazione nettamente inferiore ma non è affatto scontato che la squadra di Gasperini (con tutti quei cambi) riesca ad esprimersi sullo stesso livello. Bravissimo Pasalic, applausi importanti anche per Tameze che ha fatto vedere di essere un giocatore davvero di alto livello.

Sportiello 6,5: subito un paio di volte a tu per tu con Torregrossa, prima è bravo a respingere ma appena dopo non può far nulla sul pareggio del numero 11 del Brescia. Da quel momento in avanti fa lo spettatore (80’ Rossi sv: prende gol da Spalek senza mai toccare palla)

Sutalo 7: primo tempo molto attento sull’uomo con qualche anticipo profondo e giocate di grande sicurezza che mostrano le sue qualità.

Caldara 5,5: inizio da brivido con 3 errori grossolani. Sul primo è bravo Sportiello a respingere ma sul terzo Torregrossa non sbaglia e segna il pareggio. Con il passare dei minuti si riprende e alza un po’ il livello, serata comunque difficile.

Djimsiti 6,5: in avvio non è impeccabile ma anche lui migliora con il passare dei minuti e alla fine controlla bene le operazioni. Esce nel finale per l’esordio assoluto di Czyborra. (74’ Czyborra 6: frulla sulla sinistra nel finale senza incidere più di tanto.

Castagne 7,5: è in una condizione psicofisica semplicemente straripante, stantuffa avanti e indietro senza nessun tipo di problema e senza tradire mai fatica. Grande partita. (74’ Bellanova 6: sfiora per due volte il gol, poteva fare di più ma esordio comunque positivo).

De Roon 7: capitano di giornata, segna il gol del 2-1 su splendido assist di Gosens (destro piazzato all’angolino) e controlla le operazioni con grande personalità.

Tameze 7,5: grande conferma. Controlla sempre il pallone sapendo già cosa deve fare, dopo un primo tempo da urlo inizia la ripresa con l’anticipo che vale il 6-1 di Pasalic. Fino alla fine, nonostante una sbavatura sul 6-2, è protagonista.

Gosens 7: arriva a 100 gare in maglia nerazzurra bagnate al 25’ con un’azione travolgente chiusa con l’assist per de Roon che vale il 2-1. Al 30’ si ripete con Zapata (fanno 7 assist in campionato) e nel secondo tempo gioca anche esterno basso a 4. Garanzia.

Malinovskyi 7,5: nemmeno 2’ minuti e serve un pallone perfetto a Pasalic per il vantaggio, al 27’ scarica all’angolino un sinistro micidiale che vale il 3-1 e fin quando rimane in campo è un’ira di Dio. Grande giocatore. (74’ Piccoli 6: sfiora il 7-2 con un tocco ravvicinato, buonissimo ingresso)

Pasalic 8,5: settimo gol in campionato con un bel destro appena entrato in area, si porta a quota 9 con la doppietta nella ripresa e alla fine piace anche per come resta dentro la gara fino al fischio finale. Quando vede il Brescia diventa letale (5 gol tra andata e ritorno)

Zapata 7: ci mette mezz’ora a bucare la rete del Brescia con un bel colpo di testa da distanza ravvicinata su assist di Gosens, esce nell’intervallo per rifiatare un po’ e lasciare spazio al giovane Colley. Altra buona prestazione. (46’ Colley 6,5: entra molto bene, conquista un paio di punizioni e serve pure l’assist a Pasalic per il 6-1. Minuti importanti anche per lui)

All. Gasperini 8: senza Gollini, Toloi, Palomino, Gomez, Freuler, Hateboer, Ilicic e Muriel (8 calciatori scesi in campo con la Juve tra titolari e cambi) la squadra strapazza senza grandi affanni il Brescia e tradisce solo qualche sbavatura in difesa. Ha davvero tanti motivi per essere felice.