Menu
Cerca
La statistica

Zapata, lo stacanovista nerazzurro: Gasperini lo ha mandato in campo 31 volte su 32

Pur essendo solo settimo tra i giocatori in rosa per minuti giocati, il centravanti colombiano è quasi sempre sceso in campo in gare ufficiali

Zapata, lo stacanovista nerazzurro: Gasperini lo ha mandato in campo 31 volte su 32
Atalanta 20 Febbraio 2021 ore 08:30

di Fabio Gennari

Nelle prime 32 partite ufficiali della stagione in corso, il tecnico dell'Atalanta Gian Piero Gasperini ha mandato in campo complessivamente 28 giocatori. C'è chi ha giocato pochissimo ma è ancora in rosa, chi ha già salutato la compagnia (Gomez, Mojica, Piccini, Depaoli e Diallo) e chi invece è un vero e proprio cardine per la squadra. Tra questi, il più impiegato di tutti è il centravanti Duvan Zapata.

Le presenze dell'ex Sampdoria sono complessivamente 31, l'unica gara in cui Gasperini non lo ha mandato in campo è stata quella di Coppa Italia contro il Cagliari (ma era comunque in panchina) ed è significativo vedere come, dall'inizio o a gara in corso, Zapata sia sempre sceso in campo. In campionato come in Coppa Italia e in Champions League.

A tante presenze sul terreno di gioco non corrisponde però il maggior numero di minuti giocati. Con 2.094' in Italia e in Europa, il numero 91 dei nerazzurri è solo settimo tra i più presenti della Dea, con Djimsiti, Freuler, de Roon, Toloi, Gosens e Romero che gli sono davanti. Con questi numeri, anche i 13 gol segnati assumono un peso specifico diverso e portano la sua media a una rete ogni 161' minuti.

Un altro elemento curioso da considerare è relativo alle partite intere giocate da Zapata. Appena in cinque occasioni (su 31) il numero 91 della Dea è rimasto in campo dall'inizio alla fine. Il turnover di Gasperini con Muriel è stato finora scientifico, complessivamente sono 18 le sostituzioni del bomber di Calì a fronte di otto ingressi a gara in corso. In questi secondi casi, va detto, spesso l'ex Sampdoria non ha convinto fino in fondo.

L'obiettivo di Zapata ora è quello di diventare il marcatore straniero più prolifico dell'intera storia atalantina. Con 59 reti ufficiali il colombiano è già in vetta a questa speciale graduatoria insieme a Gomez, la prossima rete significherà primato assoluto e cifra tonda. Se dovesse arrivare domani con il Napoli, il bottino in Serie A salirebbe a quota 50, con German Denis (miglior bomber straniero della Dea nel massimo campionato) lontano appena 6 reti.