Attualità
Battaglie politiche

Aumento prezzi Trenord, Balotta (Sinistra Italiana-Verdi) non ci sta: «Inaccettabile»

Il candidato accusa Regione: «In tutta Europa le tariffe sono state scontate. In Lombardia il contrario». In arrivo anche uno sciopero (il 27 settembre)

Aumento prezzi Trenord, Balotta (Sinistra Italiana-Verdi) non ci sta: «Inaccettabile»
Attualità Bergamo, 30 Agosto 2022 ore 17:49

Le tariffe di Trenord si sono alzate e i pendolari non ci stanno. Anche la politica, complici le elezioni dietro l’angolo e le Regionali in vista, sta facendo sentire la propria voce.

Dario Balotta, candidato per il Senato al collegio plurinominale di Bergamo per Sinistra Italiana-Verdi interviene nel dibattito, sottolineando: «Mentre in tutta Europa Governi e Regioni cercano di recuperare l'utenza persa durante il Covid (-30%) con tariffe scontate o gratuite (Spagna), Trenord e quindi la Regione Lombardia fanno scattare un aumento inaccettabile dal 1 settembre del 3,82% per i titoli ferroviari e dell’1,91% per quelli integrati (treno + bus)».

Dario Balotta

Balotta fa riferimento anche ai numerosi disservizi ben noti ai pendolari, ma ormai sulla bocca di tutti data l’evidenza e l’ampio disagio creato: «Dopo un nuovo anno di continui disservizi, soppressioni di treni, carrozze surriscaldate e numerosi ritardi, adesso i pendolari lombardi dovranno pure pagare i rincari di un servizio inefficiente. Nonostante i generosi contributi pubblici statali continua la pessima gestione monopolista delle ferrovie lombarde che ha raggiunto il suo culmine con la chiusura di un mese del nodo del Passante di Milano».

L'esponente di Sinistra Italiana-Verde conclude: «Come se non bastasse, il 27 settembre prossimo ci sarà l’ennesimo sciopero. È il decimo nell’ultimo anno per una vertenza locale, il quindicesimo se si contano pure i cinque proclamati dai sindacati autonomi e confederali a livello nazionale per il mancato accordo sui turni di lavoro con le rappresentanze sindacali unitarie di Cgil Cisl Uil e Orsa. Un nuovo duro colpo alla mobilità sostenibile mentre la crisi energetica ed economica morde sempre più».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter