Attualità
L'idea

Dalle panchine maxi a quella “diversamente gigante” di Ranzanico

Semplici assi di legno verniciate di arcobaleno, fissate su un telaio in ferro: la nuova attrazione, posizionata lungo il sentiero Cai 603, ha come obiettivo l'incremento turistico della zona

Dalle panchine maxi a quella “diversamente gigante” di Ranzanico
Attualità 08 Luglio 2022 ore 15:33

È la prima panchina “diversamente gigante” del lago d'Endine, quella che è stata inaugurata lo scorso sabato 2 luglio a Ranzanico lungo il sentiero Cai 603. Forse una giocosa sfida alle “panchinone” di cui tanto si è parlato negli scorsi mesi, ma pur sempre un'opera che condivide con la controparte fuori scala il medesimo obiettivo: incrementare le potenzialità turistiche della zona.

Il sindaco Renato Freri e i ragazzi della parrocchia, come riporta L'Eco di Bergamo, hanno lavorato a questo progetto per circa un anno. Il risultato è una panchina le cui dimensioni e aspetto sono «pensati per stupire». A realizzarla ci hanno pensato i giovani degli oratori di Ranzanico e Bianzano con delle semplici assi di legno verniciate di arcobaleno, fissate su un telaio in ferro messo a disposizione da un fabbro.

La nuova attrazione turistica, trasportata sul sentiero che porta verso Bianzano con un elicottero, avrà presto delle compagne. Il sindaco Freri ha già comunicato l'intenzione, nei prossimi mesi, di posizionarne altre due simili.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter