Menu
Cerca
il ciclo non è un lusso

Fino a dicembre azzerata l'Iva sugli assorbenti nelle due farmacie comunali di Bergamo

Un'iniziativa di LloydsFarmacia promossa in 260 punti vendita, distribuiti in tutta Italia. Quelle qui aderenti sono in via Verdi 2 e in via Carducci 55

Fino a dicembre azzerata l'Iva sugli assorbenti nelle due farmacie comunali di Bergamo
Attualità Bergamo, 07 Giugno 2021 ore 18:16

Il ciclo mestruale non è un lusso. Per questa ragione, in attesa di una legge che la elimini definitivamente anche in Italia, fino a dicembre nelle due farmacie comunali in via Verdi 2 e in via Carducci 55 sarà azzerata l’Iva sugli assorbenti. Le donne potranno quindi acquistare oltre 40 tipologie di beni di prima necessità a un costo ridotto.

Lo sconto è stato deciso e attuato da LloydsFarmacia, in 260 punti vendita distribuiti in tutta Italia. Un taglio alle spese significativo, se si considera che oggi l’aliquota è pari al 22 per cento, come per qualsiasi altro prodotto di lusso, ma con la differenza che una donna non può scegliere se avere o non avere le mestruazioni in base al proprio reddito.

«È un bene che non ha alcun senso equiparare alla tassazione di quelli di lusso – commenta Arianna Furia -. Come LloydsFarmacia l’abbiamo ritenuta una scelta doverosa e urgente. Le decisioni basate sull’uguaglianza ci appartengono, fanno parte della nostra identità e del nostro operare quotidiano. Siamo quindi particolarmente soddisfatti di varare questa iniziativa, con l’auspicio che possa essere un ulteriore segnale, verso un provvedimento di carattere nazionale».

È dal 2006 che le normative europee consentono di ridurre la cosiddetta “tampon tax”; tra chi ha scelto di abolirla o ridurla vi sono Stati membri come Francia, Scozia, Germania, ma anche il Regno Unito.

«È una battaglia di civiltà – osserva il sindaco Giorgio Gori - che è giusto combattere nel nostro Paese. La “tampon tax” è una vera e propria discriminazione fiscale, il suo azzeramento nelle due farmacie comunali di Bergamo è quindi un segnale concreto di vicinanza alle problematiche del mondo femminile, per una società che sia davvero inclusiva e rispettosa, in un’ottica di superamento delle differenze di genere. Ringrazio LloydsFarmacia per questa iniziativa, confido che il Governo modifichi la legge al più presto».