Attualità
La denuncia social

I video dell'invasione di topi nei giardini pubblici davanti alla stazione Teb di Albino

A lanciare l'allarme sui social è stata la signora Orsola Pedrini. Il sindaco Terzi: «Lunedì chiameremo una ditta per la derattizzazione»

Attualità Val Seriana, 18 Settembre 2021 ore 12:00

di Fabio Gualandris

Dei video incredibili stanno circolando in queste ore sui social: mostrano la presenza di parecchi roditori nei giardini pubblici prospicienti la stazione Teb di Albino negli spazi occupati tempo fa dalla statua del Moroni.

«Spettacolare, al brunire della sera, allucinante, impressionante… tra poco ci dovremo vaccinare anche per loro. Pazzesco!» scrive Orsola Pedrini, postando il video subito diventato localmente virale. Nei commenti leggiamo preoccupazione mista a ironia.

Abbiamo sentito Orsola, che ci ha raccontato: «Due settimane fa mi era giunta voce che i giardini erano frequentati da pantegane, la scorsa settimana ho visto di persona dei topolini ma ieri sera (17 settembre), tornando dalla stazione, sono ripassata a controllare e mi sono trovata davanti a uno spettacolo impressionante, allora ho filmato e lanciato l’allarme su Facebook». Allarme raccolto dalle istituzioni preposte, che si stanno attivando alla risoluzione del problema.

Il sindaco Fabio Terzi lo conferma: «Sono rimasto colpito dal filmato, situazioni del genere non ne avevamo mai riscontrate, ho proprio il mio ufficio in quella zona e transito sul luogo sia di mattino verso le 8 che la sera alle 18 e molto raramente mi è capitato di vedere un topo uno. Lunedì chiameremo la ditta specializzata alla derattizzazione per mettere in sicurezza l’area. Non mi spiego quanto accaduto ma posso ipotizzare: lavori nelle vicinanze; la roggia che costeggia il piccolo parco; il cibo abbandonato da chi frequenta il giardino pubblico».

Abbiamo sentito anche il gestore del bar della stazione che, incredulo alla vista del filmato, aggiunge: «Una parte di responsabilità potrebbero averla anche quelle persone che continuano a portare cibo per i piccioni».

Dal nostro sopralluogo sul posto di stamane, l’area pare tranquilla e senza traccia di roditori, ma è verso sera che riprendono le loro danze.